Eventi +

Salone nautico di Venezia: tutto pronto per il via del 29 maggio

Salone nautico di Venezia: tutto pronto per il via del 29 maggio

Il conto alla rovescia sta per concludersi. Mancano solo gli ultimi ritocchi, all’Arsenale di Venezia, per il via di sabato 29 maggio 2021 al secondo Salone Nautico della città lagunare, organizzato da Vela SpA per conto del Comune, in collaborazione con la Marina Militare e con la partnership della Camera di commercio di Venezia e Rovigo.

Un ritorno alla normalità, dopo la cancellazione causa Covid dell’evento 2020, pur nel segno del massimo rispetto delle misure sanitarie. Nove giorni, fino al 6 giugno, per segnare una vera e propria ripartenza da dove tutto era cominciato: il grande successo della prima edizione del 2019. Quando si registrarono 27 mila visitatori, 43 convegni, 8 mostre, oltre 100 espositori.

L’innovazione al servizio della sostenibilità

Uguale lo slogan, “L’arte navale torna a casa”. Uguale, ma ancor più marcato nella prospettiva di un Paese che vuole rialzare la testa dopo la pandemia, il messaggio che si lancia dalla Laguna: l’innovazione può mettersi realmente al servizio della sostenibilità ambientale.
“Al Salone – ha sottolineato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro – non ci saranno solo imbarcazioni da diporto: avremo anche barche da lavoro, di servizio, trasporto. Vogliamo rappresentare tutto quello che naviga. Dove meglio che a Venezia discutere di trasformazione energetica, impatto ambientale, design nautico? Il Salone sarà insomma anche un luogo di dibattito su come rinnovare e cambiare il nostro rapporto con il mare”.
La nautica, tra vela (una delle novità dell’edizione 2021 è la sezione dedicata) e motori elettrici e ibridi, è infatti il perfetto esempio di come si possa pensare a una nuova cultura della mobilità.

salone nautico 2021

Un futuro che, chiudendo il cerchio, si ricollega al passato: ai 1.600 anni della fondazione di Venezia e alla gloria del suo Arsenale, storicamente all’avanguardia nella produzione navale e oggi rilanciato nella mutata ottica del terzo millennio.

I numeri dell’edizione 2021

I grandi spazi dell’Arsenale si presentano infatti come luogo ideale per ospitare un evento nautico della portata di un Salone internazionale. Innanzitutto c’è il grande bacino acqueo, 50 mila metri quadri, attorno a cui gravitano le strutture di terra e dove possono ormeggiare le imbarcazioni, che hanno a disposizione 1.500 metri di pontili.
Le barche attese, tra i 15 e i 42 metri, sono così almeno 220, per un incremento del 50% rispetto al 2019.

E poi c’è il recupero delle antiche strutture, che ha consentito di ricavare 6 mila metri di padiglioni al coperto e 10 mila metri quadri di spazi espositivi esterni. Saranno così presenti oltre 160 espositori tra cantieri, indotto e accessoristica, con un +20% rispetto alla prima edizione. Un Salone che si propone all’intero mondo della nautica, con particolare riguardo ai mercati dell’est, in rapida crescita. Anche in questo caso riprendendo una tradizione di commerci con il Mediterraneo orientale, tra l’est europeo e l’Asia, risalente alla Repubblica Serenissima.

La sostenibilità e la E-Regatta

Accanto agli yacht “classici”, un focus particolare sarà riservato alle barche con propulsione elettrica, con una sezione speciale dedicata, un vero e proprio E-Village, e la prima gara dedicata espressamente alle sole imbarcazioni alimentate esclusivamente dall’elettricità. La E-Regatta vedrà, dal pomeriggio di mercoledì 2 a venerdì 4 giugno, la disputa di prove di endurance, agilità e velocità a testimoniare, anche al di là del fatto sportivo, l’elevato livello di evoluzione raggiunto negli ultimi anni dalle motorizzazioni che non utilizzano carburanti fossili.

Salone Nautico 2021
Barche elettriche al Salone Nautico 2019

Indipendentemente dal Salone Nautico, del resto, Venezia è realtà assolutamente all’avanguardia per quanto riguarda le nuove possibilità rispettose dell’ambiente. Il progetto che candida la realtà lagunare a “Capitale mondiale della sostenibilità”, appena firmato dal Governo, si inserisce infatti nel solco del cambio di paradigma avvenuto negli ultimi anni.
I vaporetti ibridi diesel-elettrici, gli autobus elettrici (con le isole di Lido e Pellestrina interamente servite da mezzi innovativi), il car sharing con mezzi ibridi e la decisione di puntare con convinzione sull’idrogeno sono solo alcuni esempi concreti degli intendimenti della città.

LIUTO vaporetto ibrido test
LIUTO vaporetto ibrido test

Conferenze ed eventi

Il Salone Nautico di Venezia 2021 propone, in 3 sezioni (“Eventi”, “Momenti” e “In città”) anche un ricco calendario di appuntamenti. I convegni e le conferenze, proposte anche in streaming, saranno almeno una trentina, ma il calendario potrà essere ulteriormente arricchito. E poi prove in acqua, attività ludiche per bambini, presentazioni, intrattenimenti e spettacoli.

Salone Nautico 2021
Il sommergibile della Marina militare che, nel 2019, ha catalizzato l’attenzione di adulti e bambini

Presso gli spazi dedicati agli incontri sono previsti diversi momenti di approfondimento. E non mancheranno le manifestazioni sportive, come l’arrivo della prova motonautica Pavia-Venezia, domenica 6 giugno, e il campionato italiano Match Race di vela.

raid Pavia Venezia off shore
raid Pavia Venezia off shore

Nel ricco programma, spicca il talk show di sabato 5 giugno, alle 18 in Area Scali, dal titolo “Luna Rossa e il Moro di Venezia, le grandi avventure italiane in Coppa America” con interventi di Max Sirena, Gilberto Nobili e Tommaso Chieffi. Nell’occasione, sarà esposta per la prima volta al pubblico italiano la Prada Cup conquistata ad Auckland in Nuova Zelanda.

Sempre sabato 5, prenderà il via il convegno curato dalla Marina Militare “Oceani sunt servandi”, sulla protezione del mare e delle sue risorse.

Il coinvolgimento della città: sconti per lo shopping, percorsi gastronomici

Se il cuore del Salone sarà l’Arsenale, nella sezione “In città” l’organizzazione ha però puntato anche su un coinvolgimento dell’intero territorio urbano attraverso appuntamenti organizzati dai partner dell’evento.
L’intenzione del Comune di non limitare le giornate del Salone a quanto avverrà negli spazi dedicati agli stand è confermata dalla previsione di una serie di vantaggi per chi presenterà il biglietto d’ingresso.
Si va dagli sconti tra il 15% e il 25% sui parcheggi al Tronchetto a tariffe agevolate per chi arriverà in barca e vorrà fermarsi, prenotando, ai Marina di Sant’Elena o della Certosa, dallo shopping a percorsi gastronomici della tradizione. Gli esercizi aderenti saranno riconoscibili dall’esposizione di un’apposita vetrofania.

L’estate, a Venezia, inizia a fine maggio

Né è stata dimenticata la cultura, con la previsione di speciali tour e, soprattutto, l’apertura del Museo Storico Navale, situato a pochi passi dall’ingresso del Salone. Da venerdì 28 maggio a domenica 6 giugno, il museo, che propone uno spaccato sulla storia della navigazione e della città negli anni del suo dominio sui mari, sarà aperto e visitabile tutti i giorni dalle 11 alle 17. Il Salone Nautico, dunque, si propone come una delle prime occasione di recupero della socialità dopo il lungo periodo di chiusure legate alla pandemia. Ed è in tal modo in linea con il ricco cartellone culturale che il Comune ha organizzato per l’estate 2021. Oltre 150 serate gratuite, tra cinema, teatro, musica e circo, che il settore Cultura ha calendarizzato tra Venezia e Mestre dal 31 maggio al 16 settembre.

Alberto Minazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.