Venezia e il contributo di accesso: tutto quello che c’è da sapere

Ecco in sintesi come funzionerà il “Contributo di accesso” per la Città di Venezia:

Il perimetro di applicazione è individuato in:

• “Venezia Città Antica”;
• in tutte le “isole minori della laguna” del Comune di Venezia: Lido di Venezia – Malamocco – Alberoni – Pellestrina – Cà Roman – Murano – Burano – Torcello – Mazzorbo – Mazzorbetto – San Francesco del Deserto – Sant’Erasmo – Vignole – Certosa – Sant’Andrea – San Servolo – San Lazzaro degli Armeni – San Clemente – La Grazia – Sacca Sessola – Poveglia – Lazzaretto Vecchio – Lazzaretto Nuovo – Madonna del Monte – San Ariano – San Giacomo in Paludo – Fisolo – San Giorgio in Alga – Sant’Angelo della Polvere – Santo Spirito – San Secondo – La Cura – Santa Cristina – Motta San Lorenzo – Motta dei Cunicci – Crevan – Monte dell’Oro – San Felice delle Saline – Ottagono Malamocco – Ottagono Alberoni – Ottagono San Pietro – Ottagono di Cà Roman

A norma di legge, sono esclusi:
• residenti nel Comune di Venezia;
• lavoratori, anche pendolari (dipendenti, imprenditori, autonomi ed equiparati) che accedano, in ragione della propria attività lavorativa, alla Città antica del Comune di Venezia o alle altre isole minori della laguna;
• studenti, anche pendolari, delle scuole e istituti che abbiano sede operativa nella Città antica del Comune di Venezia o nelle altre isole minori della laguna;
• soggetti e componenti dei nuclei familiari dei soggetti che risultino aver pagato l’IMU nel Comune di Venezia.

Una serie di esenzioni, tra cui:

residenti nella Città Metropolitana;
soggiornanti in strutture del Comune di Venezia che pagano la «tassa di soggiorno»;
residenti nella Regione Veneto;
• possessori della carta Citypass Venezia Unica abilitata alla navigazione;
bambini di età inferiore a 6 anni;
• soggetti affetti da disabilità grave e loro accompagnatori;
degenti in strutture sanitarie o soggetti che pratichino terapie riabilitative, e loro assistenti o accompagnatori;
• soggetti che partecipano a competizioni sportive riconosciute dal CONI, Federazioni ed Enti di promozione sportiva
• personale appartenente alle Forze Armate e alle Forze dell’Ordine;
convivente, parenti o affini fino al 3° grado di residenti nella Città Antica o nelle isole minori.

Fino al 31 dicembre 2019, in deroga alle previsioni del Regolamento,  la misura del contributo è fissata in 3,00 euro .

Dal 1 gennaio 2020 la misura del contributo di acceso è fissata in 6,00 euro. Il pagamento del Contributo di accesso effettuato unitamente all’acquisto di un titolo di viaggio con durata superiore alle 24 ore ha validità per l’intero periodo di validità del titolo stesso

Potranno essere individuati giorni nei quali applicare una diversa misura:

bollino verde (minore afflusso): 3,00 euro
bollino rosso (criticità): 8,00 euro
bollino nero (eccezionale criticità): 10,00 euro

Saranno possibili riduzioni per chi soggiorna presso strutture ricettive, situate nel territorio della Città Metropolitana e della Regione Veneto, con esclusione di quelle adibite a locazione turistica..

Sarà istituito un «Osservatorio sul Contributo di accesso», formato dai rappresentanti degli enti e delle categorie economiche e sociali maggiormente rappresentative del territorio

Per vettore si intende qualunque soggetto, sia pubblico che privato, che svolga servizio di trasporto di persone a fini commerciali quali ad esempio:
• compagnie di navigazione, comprese quelle di crociera;
• vettori ferroviari;
• trasporto pubblico di linea terrestre ed acqueo;
• trasporto pubblico non di linea (es.: pullman, noleggio con conducente, taxi, granturismo);
• vettori aerei che atterrino presso l’aeroporto G. Nicelli del Lido di Venezia.

Il Contributo di accesso è riscosso da parte di qualsiasi vettore, al momento dell’acquisto del biglietto
Fa eccezione l’ipotesi di riscossione diretta da parte del Comune di Venezia, prevista nei seguenti casi:
per chi si imbarca o utilizza mezzi di trasporto pubblico non di linea presso i pontili o punti di imbarco situati nel Comune di Cavallino – Treporti, Comune di Chioggia, Aeroporto Marco Polo di Tessera;
se il vettore non ha l’obbligo di emettere il titolo di viaggio.

Il Comune di Venezia, o soggetto terzo da esso delegato, potrà provvedere alla riscossione diretta del contributo di accesso subordinatamente alla stipula di una convenzione con il vettore interessato.

Sanzione amministrativa dal 100% al 200% per l’omessa, incompleta o infedele presentazione da parte del vettore obbligato alla riscossione;
• sanzione amministrativa del 30% per l’omesso, ritardato o parziale versamento del contributo da parte del vettore;
• sanzione amministrativa da 100 euro a 450 euro per chi non paghi il contributo d’accesso, rilasci dichiarazioni mendaci al fine di ottenere esclusioni, esenzioni o riduzioni o per ogni altra violazione del Regolamento;
• sanzione ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia a chiunque rilasci dichiarazioni mendaci, formi atti falsi o ne faccia uso nei casi previsti dal Regolamento.

Dal 1 maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Potrebbe interessarti anche: