fbpx

“Da grande voglio fare il Deejay”. Al Parco Albanese della Bissuola apre il CIMM

I locali del Teatro e del centro civico del Parco Albanese, alla Bissuola
Nella foto in alto: Mestre, il Teatro del Parco Albanese

Riapre lo storico Teatro del Parco Albanese, alla Bissuola.
Chiuso da più di dieci anni, diventerà un altro importante punto di riferimento cittadino per gli eventi.
Con il Teatro ridiventeranno attivi anche alcuni spazi del Centro civico, dove nascerà un Centro Informatico Musicale Multimediale: il CIMM.
Qui, gli appassionati di musica elettronica, seguiti da un tutor, potranno imparare, sperimentare e fare ricerca.  

Il progetto Biennale

Una volta ultimata la riqualificazione delle strutture avviata dal Comune e dopo che queste  saranno dotate, dalla Biennale di Venezia, di tutti gli strumenti utili per avviare il CIMM,  per il Parco Albanese inizierà una nuova storia.
I locali, completamente rimessi  a nuovo e strutturati per la nuova funzione, saranno aperti già da giugno, quando inizieranno le prime attività sperimentali sulla musica elettronica.
Al Parco, insomma, si formeranno nuovi musicisti e deejay.


Non mancherà nulla: chiunque potrà avere l’occasione di utilizzare uno studio di prova e uno studio di registrazione, di fare attività di ricerca e di sperimentazione, di essere assistito da tutor dedicati a musicisti e giovani del territorio. Le iscrizioni saranno aperte già entro la fine della settimana.
Il Progetto della Biennale prevede poi laboratori per studenti dalle scuole medie all’università,  quindi dai principianti, che verranno introdotti all’uso delle tecnologie e composizione, agli utenti avanzati che godranno di supporti alla composizione e alla produzione in loco.

La Biennale di Venezia: Educational a Mestre

Un altro progetto multidisciplinare interesserà invece la botanica e la scrittura.
I giovani di qualsiasi ordine e grado di scuola e le loro famiglie avranno la possibilità di partecipare a corsi che si cadenzeranno come appuntamenti settimanali di condivisione.
Dalle Settimane della Botanica alle Settimane della Scrittura, quindi, il Parco Albanese e le sue strutture potranno diventare luoghi di riferimento per l’intera cittadinanza.

Parco Albanese, @Archivio Istituzione Boschi e Grandi Parchi di Mestre

“Dopo l’approvazione della settimana scorsa dei lavori per la realizzazione dell’intervento di copertura dell’impianto sportivo per il pattinaggio, con un finanziamento di 900mila euro – spiega il vicesindaco Luciana Colle -, dopo gli ulteriori 600mila euro stanziati per la sistemazione del teatro e del centro civico e, soprattutto, dopo aver preso la coraggiosa decisione di abbattere i tristemente noti ‘Cubi’, diventati luogo di spaccio e delinquenza, stiamo dimostrando quanto abbiamo a cuore  la rivitalizzazione del parco e la sicurezza dei residenti, che hanno tutto il diritto di volerlo vivere. Come ha avuto modo di ribadire in più occasioni il sindaco Brugnaro, è solo riportando i cittadini a vivere questi spazi che si isolano e si allontanano coloro che li hanno occupati pensando di farne luoghi di delinquenza”.

Rendering della struttura di copertura dell’impianto di pattinaggio

La ristrutturazione

Se nei locali del Centro Civico si potrà partire già a giugno, si dovrà attendere l’inzio del 2020 per la conclusione dei lavori che riguardano il Teatro. L’intervento prevede infatti la predisposizione di tutta la scenotecnica, l’ottenimento del Certificato Prevenzione Incendi, la realizzazione di una caffetteria in prossimità dell’ingresso del teatro, adeguamenti fognari, opere impiantistiche e servizi igienici.
Tutti i lavori sono inseriti nella programmazione del progetto Pon Metro 2014 – 2020 del Piano Operativo Città di Venezia con la quale è possibile finanziare 600 mila euro a copertura dell’intero importo degli interventi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter