L'ECONOMIA SI FA SPETTACOLO

Metro_01__PopEconomix

Metro_01__PopEconomix

Si chiama Pop Economix Live Show ed è il singolare spettacolo portato in scena dall’omonima associazione padovana. Un modo insolito, facilmente comprensibile e di crescente successo per raccontare la storia dell’economia e la situazione attuale

Come nasce la crisi economica globale? Come funzionano le bolle finanziarie? Come la crisi dagli Stati Uniti è arrivata in Europa? L’austerity ci fa bene? Chi sono i responsabili? E noi, siamo solo vittime innocenti? Da tre anni a questa parte, a Padova, un’associazione prova a raccontare in parole povere la crisi globale che ci ha investito: lo fa in modo semplice, divertente e puntuale attraverso una narrazione teatrale di impegno civile, comica e drammatica insieme.
Uno spettacolo dalla struttura agile, che ha già registrato quasi duecento repliche in Italia e all’estero. E il nome dell’associazione – che coincide con quello dello spettacolo – è tutto un programma: Pop Economix. «Pop Economix Live Show – racconta Nadia Lambiase, che lo ha scritto insieme ad Alberto Pagliarino e Paolo Piacenza – ha portato il racconto della crisi in più di 130 città italiane. Siamo stati accolti in festival, rassegne, fabbriche, scuole, oratori, università, meeting sulla finanza, festival sull’ambiente, stagioni teatrali, teatri comunali, teatri occupati, piazze, assemblee, fiere, convegni, aziende, corsi di formazione».
Lo spettacolo – prodotto dalla padovana Banca Etica con Teatro Popolare Europeo e Il Mutamento – Zona Castalia – racconta la storia di Jack, l’americano medio che ha creduto nel sogno del mutuo per tutti, fino al punto di trasformare la sua casa in un bancomat e trovarsi sommerso di debiti. Ma è anche la storia di un patto segreto, stipulato tra Christoforos Sardelis, il responsabile del debito pubblico greco, con una grossa banca internazionale: Goldman Sachs. Incontriamo poi Willy, speculatore finanziario che dice di stare dalla parte dei cittadini e dell’Europa che da un giorno all’altro si trasforma in un pronto soccorso brulicante di banche da salvare. E non manca la storia di Lehman Brothers, una delle più grandi banche d’affari del pianeta, fallita da un giorno all’altro, senza lasciare traccia e di Richard Fuld, il direttore generale di quella banca. Pop Economix Live Show parla anche di Mario Rossi, insegnante, che per guadagnare quanto Richard Fuld intascò in un solo anno, avrebbe dovuto cominciare a insegnare all’epoca dei Sumeri.
A fianco di queste storie e dei grandi avvenimenti economici si compone davanti al pubblico il disegno di come abbiamo vissuto, dai sacrifici per comprare casa negli anni ’80, all’arrivo dell’euro, dal crollo delle Torri gemelle alla vittoria della Grecia agli europei del 2004, fino al trionfo dell’austerity in Europa che ha investito le vite di tutti: chi in vacanza non ci va più, chi non può più comprare casa, chi ha perso il lavoro.
«Pop Economix Live Show – racconta Lambiase – è un grande racconto collettivo, un incontro tra giornalismo e teatro per ritrovare il filo della nostra memoria, mettere in fila i fatti, i nomi e i meccanismi che, senza neppure che ce ne accorgessimo, hanno travolto il nostro mondo e le nostre speranze negli ultimi quindici anni. Per comprendere perché niente ci sembra più come prima e decidere finalmente di diventare i protagonisti di questa storia».
Ed è proprio l’idea di riappropriarsi della propria vita quotidiana ad animare il progetto dell’associazione padovana: «Con la crisi i giornali si sono riempiti di termini del mondo economico e finanziario che prima stavano solo sul Sole 24 Ore. Abbiamo deciso di partire da questo per raccontare come economia e finanza siano storie di tutti i giorni, che toccano dal vivo la vita quotidiana di ciascuno di noi e che noi stessi possiamo modificare con le nostre azioni», conclude Lambiasi.
Nel tempo, attorno allo spettacolo è cresciuta una rete di progetti. Tra questi, un fumetto sceneggiato e disegnato da Davide Pascutti ed edito dalla padovana Becco Giallo, che lungo 240 pagine racconta per immagini i contenuti del Live Show. Ancora, nel 2013 è nato il magazine digitale popeconomix.org: un filo diretto sul mondo dell’economia e della finanza per continuare giorno per giorno a diventare consumatori (e cittadini) più consapevoli.
POP ECONOMIX
L’associazione e il progetto Pop Economix nascono nel 2013 dalla conferenza spettacolo Pop Economy di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase che in oltre 100 città italiane ha raccontato il fallimento di Lehman Brothers e l’avvio della crisi mondiale. Pop Economix è un percorso di informazione e animazione culturale, frutto dell’incontro tra teatro, cultura economica, giornalismo. Propone l’economia come linguaggio accessibile a tutti perché tutti possano fare scelte responsabili. È un progetto non profit, aperto al contributo e al sostegno da parte di chi pensa che l’informazione sia presupposto di democrazia, libertà e giustizia, anche nella vita economica e finanziaria. Pop Economix Live Show di Alberto Pagliarino, Nadia Lambiase e Paolo Piacenza, con la consulenza di Roberto Burlando (Università di Torino) e Marco Ferrando (Il Sole-24Ore), è lo spettacolo, interpretato da Alberto Pagliarino e diretto da Alessandra Rossi Ghiglione, che ripercorre, con ironia e rigore, questi anni di crisi, dal crack dei mutui immobiliari alle tensioni sul debito in Europa. È una realizzazione dell’Associazione Pop Economix ed è prodotto da Banca Etica, Teatro Popolare Europeo e Il Mutamento-Zona Castalia (produttore esecutivo). Popeconomix.org è il magazine che racconta notizie, storie e parole dell’economia. Un luogo in cui voci e mezzi espressivi diversi raccontano a tutti ciò che avviene nel mondo dell’economia globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social