Ambiente +

Incendi boschivi: l’UE prepara la flotta per contrastare l’emergenza

Incendi boschivi: l’UE prepara la flotta per contrastare l’emergenza

11 aerei antincendio e 6 elicotteri ospitati in tutti gli stati membri. Assieme a una serie di orientamenti per spingere a rafforzare le misure contro gli incendi. E’ il piano della Commissione europea per cercare di scongiurare una delle emergenze internazionali che più rapidamente si sta espandendo. Se infatti pensiamo che gli incendi boschivi riguardino solo l’amazzonia e la California, piuttosto che l’Australia o la Siberia stiamo sbagliando. Il Fuoco divampa sempre più spesso anche nel Vecchio Continente. In particolare nell’area meridionale che interessa Spagna, Francia, Italia e Grecia.
In questa zona, a causa delle condizioni meteorologiche, si concentra l’85% delle terre arse dal fuoco.

La minaccia per le foreste europee

Secondo uno studio pubblicato su Nature, il cambiamento del clima minaccia il 60% delle foreste europee. Dall’estremo nord dell’Europa fino ai suoi confini più meridionali, le foreste stanno perdendo sempre più velocemente le loro difese naturali contro fenomeni avversi come incendi, tempeste e ondate di siccità. Ma anche contro gli attacchi di insetti e parassiti.

Secondo la Commissione europea il rischio di incendi boschivi nell’attuale stagione estiva risulterà superiore alla media. Così come, da giugno a settembre, si registreranno temperature più alte del solito. Inoltre, nei prossimi mesi, in particolare in Europa centrale e in molte zone del Mediterraneo, potrebbero verificarsi meno precipitazioni. Un insieme di circostanze purtroppo favorevoli al verificarsi del fenomeno incendi.

Pronta la flotta contro gli incendi

L’azione della Commissione europea per scongiurare la minaccia incendi rientra nel piano rescEu. Si tratta di un aggiornamento del meccanismo di protezione civile comunitario, introdotto nel 2019, che ha l’obiettivo di potenziare la protezione dei cittadini dai disastri e la gestione dei rischi emergenti.
Va in questa direzione la flotta di aerei ed elicotteri antincendio.
I mezzi sono posizionati strategicamente in Croazia, Francia, Grecia, Italia, Spagna e Svezia, pronti a entrare in azione in caso di necessità.

Fondamentale per contrastare la minaccia incendi è la cooperazione con i Paesi anche attraverso il Centro di coordinamento e risposta alle emergenze dell’Unione europea. La flotta, rinnovata nel 2021 è costituita da velivoli prevenienti da sei Stati membri, pronti ad essere dispiegati in altri Paesi qualora divampi un incendio. 

L’importanza della prevenzione

Sicuramente, riguardo l’emergenza incendi, la prevenzione gioca un ruolo importante. I nuovi orientamenti della Commissione illustrano le misure per cercare di contrastare il più possibile gli incendi. Diventa così indispensabile impiegare risorse in questa direzione oltre ad avere la capacità di reagire quando una zona va a fuoco.

Una migliore comprensione della prevenzione e l’attivazione delle risposte efficaci sarà data anche da servizi e strumenti di monitoraggio nazionali e Europei, come il sistema europeo di informazione sugli incendi forestali (EFFIS), che forniscono una panoramica dei dati europei provenienti dai programmi nazionali sugli incendi boschivi.

Silvia Bolognini

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  incendi