Hybrid Music Mestre: numeri di un successo annunciato

Hybrid Music in via Torino a Mestre
Nella foto in alto: Hybrid Music in via Torino a Mestre

Sempre più i giovani musicisti scelgono Hybrid Music

Hybrid Music, la casa della musica di Via Torino, a Mestre, sta diventando sempre più un punto di riferimento per i giovani del territorio metropolitano.
Lo dicono i numeri. Nel 2018, il primo anno di apertura, sono stati 1300 gli utenti che hanno potuto suonare in HM.
Da gennaio ad aprile 2019 ha ospitato 909 musicisti, 291 persone in più (il 47%) rispetto allo stesso periodo del 2018.
Aumentate anche le ore di noleggio delle sale che in questi quattro mesi sono passate dalle 266 dello scorso anno alle 400, registrando un incremento del 19%.
I giorni di apertura sono passati da 64 ad 87. Per agevolare la fruibilità delle sale anche da parte dei lavoratori è stato prolungato l’orario di apertura fino alle 22.

Luogo di aggregazione giovanile e formazione

Hybrid Music è un luogo di aggregazione e di educazione musicale. Si fa sperimentazione, innovazione e divertimento. Collocata in una delle aree della città interessate da profonde trasformazioni sociali ed urbanistiche, è oggi il luogo in cui i giovani talenti metropolitani si incontrano, suonano e si formano grazie a incontri e seminari volti a esplorare il mondo della musica e le interconnessioni possibili con quello del lavoro.

Giovani musicisti in Hybrid Music

“I risultati della Hybrid Music – sottolinea l’assessore alla Coesione Sociale e Politiche giovanili Simone Venturini – sono una grande soddisfazione. Numeri che confermano sia stata una scelta giusta quella di dare una svolta al vecchio concetto di sala prove incentrata sul disagio, allargando l’attenzione al mondo giovanile, ma non solo, offrendo opportunità a tutti e un servizio moderno e di qualità. L’amministrazione continuerà a lavorare e a investire nei giovani e nella musica in particolare in termini di spettacolo, opportunità di aggregazione, formazione e crescita professionale”.

La Hybrid Music

La ”casa della Musica” mette a disposizione, nei suoi 200 metri quadrati, due sale prova di 32 e 36 mq insonorizzate, completamente attrezzate per ogni tipologia di band e un ambiente accoglienza di 87 mq adibito a sessioni di registrazione, corsi di musica, laboratori e incontri formativi.
Grazie alla strumentazione e alla logistica degli ampi spazi, il polo musicale offre un ampio programma di attività didattiche e performative che va dal pop al jazz, dal rock al punk, dalla tradizione più classica al sound design e all’elettronica.

Una delle sale prove in Hybrid Music

Hybrid Music si allarga: nuovi progetti

Per valorizzare il luogo in termine di servizi, l’amministrazione comunale mira a coinvolgere altre realtà pubbliche e private che producono cultura nel territorio comunale: dall’università ai teatri, dalle biblioteche alle scuole.
Il progetto prevede anche la realizzazione di una biblioteca-videoteca-audioteca dedicata alla musica integrata con la sede centrale di Vez in piazzale Donatori di Sangue.
Oltre all’attività di prova per le band, HM diventerà  il quartiere generale della GOM, la Giovane Orchestra Metropolitana composta da musicisti di talento selezionati nelle scuole musicali di tutti i comuni della Città Metropolitana di Venezia. Hybrid Music è aperta tutti i giorni dalle 16 alle 22.

 

 

1 commento su “Hybrid Music Mestre: numeri di un successo annunciato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter