Ambiente +

Tsunami: a forte rischio quattro città del Mediterraneo. L'allarme dell'Unesco

Tsunami: a forte rischio quattro città del Mediterraneo. L'allarme dell'Unesco

Molto elevate le probabilità che Francia, Egitto e Turchia entro 30 anni ne siano colpite. Sotto controllo le italiane Eolie

Ci sono 40 zone costiere di 21 Paesi secondo l’Unesco a rischio tsunami.
Tra questi, rischierebbero in maniera seria di subirlo nei prossimi 30 anni tre Stati molto vicini, che affacciano sul Mediterraneo: Francia (Marsiglia e Cannes), Egitto (Alessandria) e Turchia (Istanbul).
Sul tema, ci sarà un vertice delle Nazioni Unite a Lisbona, il 27 giugno.
In questa occasione l’Unesco, l’Oraganizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la Scienza e la cultura, presenterà il recente rapporto, preannunciato dal The Guardian, con il quale viene lanciato l’allarme.

tsunami

“Dobbiamo essere preparati”

“La probabilità che questi Paesi siano minacciati da onde alte più di un metro e settecento di profondità, dunque catastrofiche, nei 30 anni a venire, è molto elevata – ha ammesso il segretario della Commissione Oceanografica dell’Unesco Vladimir Ryabinin – Circa il 70% degli tsunami sono provocati da sisma, come quello che c’è stato nel 2004 nell’Oceano Indiano e che ha causato 210 mila morti. Ma lo tsunami può presentarsi anche a seguito di un’eruzione vulcanica o, in misura minore, a causa di fenomeni meteorologici.  Il principio generale – ha concluso- è che laddove c’è stato uno tsunami, ci sarà uno tsunami. Dobbiamo essere preparati per questo”.

Tsunami

“Tsunami Ready”

Il rapporto Unesco intende dunque esortare le comunità costiere del mondo in pericolo a prepararsi seguendo il programma di protezione “Tsunami Ready”, un piano di identificazione della minaccia e di sensibilizzazione e preparazione della popolazione, in modo tale che, nel caso in cui servisse, sia in grado di far fronte al tipo di problema.
Lo hanno già fatto 40 comunità costiere di 21 Paesi a rischio.
Nel Mediterraneo, hanno già iniziato ad applicare “Tsunami Ready” le isole greche di Kos e Samo, poi Istanbul, Alessandria e Cannes.
Gli esperti guardano con attenzione anche alle italiane isole Eolie, interessate a causa di una particolare attività del vicino vulcano Stromboli.

Consuelo Terrin

Un commento su “Tsunami: a forte rischio quattro città del Mediterraneo. L’allarme dell’Unesco

  1. Palma de Maiorca?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  tsunami

Leggi anche: