Società +

Primo week end di luglio: valigie pronte per 28 milioni di italiani

Primo week end di luglio: valigie pronte per 28 milioni di italiani

Variante Omicron permettendo, quest’estate potrebbe essere come quella prima del Covid, l’80% resterà nella penisola, ma si faranno i conti con l’inflazione

Quella del 2022 potrebbe essere un’estate da record e non solo dal punto di vista del clima.
Il caldo torrido non scoraggia le partenze, anzi le incentiva.
Gli italiani hanno le valigie pronte e se il rialzo dei contagi non comporterà impedimenti, 28 milioni sono pronti a partire.
Lo rivela un’indagine dell’Osservatorio Confturismo-Confcommercio secondo la quale a giugno l’indice di propensione al viaggio degli italiani ha raggiunto quota 72 su scala da zero a cento. La premessa fa dunque ben sperare che quella di quest’anno possa essere un’estate che ci riporta ai numeri che si registravano prima della pandemia.
Secondo i dati gli italiani spenderanno in media 1.250 euro a testa per una vacanza di 7 giorni o più; 540 euro per un periodo tra 3 e 6 giorni; 300 per un week end.
Per quanto riguarda le destinazioni, l’80% resterà in Italia, il 20% andrà all’estero.
Nel nostro Paese in cima alla classifica delle destinazioni c’è la Puglia.
Seguono Sicilia e Toscana, Sardegna e Calabria.
All’estero in top position c’è la Grecia, poi troviamo Spagna e Francia.
Secondo l’Osservatorio le vacanze saranno suddivise in più periodi:  un break veloce tra luglio e inizio agosto, almeno 7 giorni in agosto.
La prima ad essere concretamente programmata è la vacanza principale come ha già fatto il 73% degli intenzionati ad andare via in luglio e il 65% dei vacanzieri di agosto.
Nel frattempo, proprio mentre gli italiani si apprestano a partire, l’inflazione si abbatte purtroppo anche sulle vacanze.
I dati Istat di giugno mostrano un aumento del prezzo dei biglietti aerei che quasi raddoppia rispetto al 2021 e segna ben un +90,4%.
Rispetto al mese precedente l’incremento è del 23,8%.
I rincari riguardano anche i mezzi di trasporto, che registrano un +7,2% annuo e +2% da maggio e gli alberghi, i B&B e i villaggi.
I prezzi per questi alloggi segnano un +18,1% annuo e +5,8% su base mensile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.