Arte e Cultura +

Premio Campiello: a Roma festeggiati i 60 anni alla presenza dei finalisti 2022

Premio Campiello: a Roma festeggiati i 60 anni alla presenza dei finalisti 2022
La cinquina dei finalisti Premio Campiello 2022

I cinque autori che si contenderanno la finale il 3 settembre a Venezia presenti per la prima volta insieme in un evento dedicato alla storia del Premio

E’ partito da Roma, con un evento in cui per la prima volta si sono trovati insieme i cinque autori finalisti, il tour per lettori e appassionati che si concluderà ad Asiago il 31 luglio facendo tappa in varie località italiane. Presso la Terrazza dell’Associazione Civita, in Piazza Venezia, erano presenti Fabio Bacà, Antonio Pascale, Daniela Ranieri, Elena Stancanelli e Bernardo Zannoni, i cinque autori in corsa per conquistare il podio del Premio 2022

60 anni del Premio Campiello

Nel corso dell’anteprima del tour è stato presentato un video dedicato ai 60 anni del Premio, la cui prima edizione fu vinta da Primo Levi.
All’incontro sono intervenuti il presidente di Confindustria Veneto e della Fondazione Il Campiello Enrico Carraro e la nuova presidente del comitato di gestione del Premio Mariacristina Gribaudi.

Campiello
Le cinque opere finaliste

«Da sessant’anni Roma, in dialogo di amorosi sensi con Venezia, – ha detto il presidente di Confindustria Veneto e della Fondazione Il Campiello Enrico Carraro – celebra l’inizio della competizione tra i finalisti che decreterà il vincitore al Gran Teatro La Fenice il prossimo settembre. E’ una sinergia che si rinnova tra impresa e cultura e che è cresciuta anno dopo anno con nuovi format, come quello del Campiello Giovani e superando anche periodi difficili».
«Per me è la prima volta – ha dichiarato Mariacristina Gribaudi – quindi grande emozione. Si celebrano 60 anni di storia tra fabbrica e cultura dove le due cose si fondano, si ritorna alle origini. Andremo a raccontare nelle fabbriche la cinquina perché la fabbrica non può stare senza la cultura e la cultura senza la fabbrica e il Premio Campiello lo dobbiamo portare in tutta Italia».

Le tappe della cultura in Italia

Martedì 28 giugno il Premio con i suoi protagonisti sarà a Parma alle ore 20.00 al Teatro Farnese; mercoledì 29 a Vicenza, nella cornice del Teatro Olimpico alle 18.30; giovedì 30 gli scrittori saranno a Cornuda (Tv) alle 20.45 presso la Tipoteca Italiana, mentre il 1 luglio ci sarà la tappa a Bolzano, in piazza Walther, a partire dalle 18.00.
Altre tappe di luglio saranno il 4 a Civitavecchia (Roma) alle 21.00 alla fontana del Vanvitelli; martedì 12 a Tricase (Le) alle 21.00 in località Rotonda; il 13 sempre a Lecce al Castello di Gallipoli alle 21.00; il 14 a Matera alle 18.00 a Palazzo Malvinni Malvezzi. E ancora il 20 luglio a Teramo nello Spazio Eventi del Parco Fluviale alle 21.00 e giovedì 28 al Lido di Venezia alle 18.30 all’Hotel Ausonia & Hungaria. Gli ultimi tre incontri saranno il 29 luglio alle 18.00 in Piazza Dibona a Cortina d’Ampezzo (Bl); il 30 alle 21.00 in Piazza Milano a Jesolo (Ve) e domenica 31 luglio alle 17.30 in Piazza Duomo ad Asiago (Vi).

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.


Leggi anche: