IL CLOUD “SARTORIALE”

ReyerZine_n21-CBT

 ReyerZine_n21-CBT

È la proposta di CBT, realtà leader nazionale nel settore IT, per le aziende del Triveneto

Il termine Cloud è entrato nel vocabolario comune, ma al lato pratico cosa significa? Al di là dei tecnicismi, Cloud è prima di tutto sinonimo di risparmio, che avviene attraverso un semplicissimo concetto: modificare la strategia dell’azienda non mettendo più in campo investimenti in ambito tecnologico, ma semplicemente pagando per un servizio. Non a caso Flavio Radice, direttore generale del Gruppo CBT, incontrando molti imprenditori del Triveneto, nonostante le conoscenze tecnologiche con cui potrebbe argomentare le soluzioni Cloud, in verità inizia sempre a trattare questo argomento con una frase molto efficace ed immediata: «andare verso il Cloud significa cedere la complessità e risparmiare denaro».
Tutti conoscono la rapidità con cui la tecnologia cambia e rende purtroppo obsoleto qualcosa che abbiamo acquistato solo da pochi anni o addirittura mesi. Sappiamo anche che oggi le nostre aziende devono avere un’incredibile capacità di adattamento, sia alla crescita, ma a volte, purtroppo, anche alla contrazione. Ebbene, senza mettere in campo altre motivazioni, pur altro valide, qual è allora il motivo per cui un imprenditore o un manager, dovrebbero immobilizzare del denaro, siano pure 10.000 euro piuttosto che 100.000? Non esiste motivo alcuno.
Meglio pagare un piccolo canone mensile, che può crescere o ridursi all’aumentare oppure al ridimensionarsi delle esigenze. E poi, siamo certi che nelle aziende ci siano tutti i livelli di sicurezza di cui i vostri dati hanno necessità? Ma anche, il sabato, la domenica, a Natale e ad Agosto, i sistemi aziendali sono adeguatamente presidiati per consentirvi di lavorare senza rischi? Le vostre filiali all’esterno che operano con fusi orari differenti sono ben supportate, con gli standard internazionali? Il Cloud risponde a queste domande in quanto rappresenta un nuovo concetto di efficientamento delle aziende. E l’efficienza è, d’altronde, il primo guadagno in un’azienda.
«L’information technology deve supportare il business nell’ottimizzazione dei processi, sa bene Flavio Radice. Nella mia “vita precedente”, dopo aver implementato e standardizzato i sistemi informativi e portato tutto in outsourcing ed in Cloud, sono stato chiamato al fianco dell’Amministratore Delegato per supportare integrazioni e ottimizzazioni organizzative e di processo delle 23 aziende via via acquisite ed integrate in una unica holding multinazionale italiana».
CBT – Cosmic Blue Team è tra i principali attori nel mercato IT italiano, presente anche a Mestre con una sede dove lavorano oltre 40 persone. Cosa vuol dire per un’azienda rivolgersi a CBT? «Noi basiamo la nostra forza sulla competenza e la conoscenza – prosegue Flavio Radice – un esclusivo mix tra tecnologica e sapienza progettuale nel campo del Cloud computing e dell’outsourcing. Tra le nostre soluzioni, EasyCloud® è la risposta “sartoriale” che coniuga un’offerta completa e integrata di tecnologia, soluzioni e servizi. Ecco perché CBT si rivolge a tutte le aziende che intendano cedere le complessità tecnologiche a favore di una maggiore focalizzazione sul proprio business. La presenza di CBT, che ha sei sedi attive su tutto il territorio (Milano, Novara, Torino, Venezia, Bologna, Roma), risponde ad una scelta consapevole e attenta di sviluppo in un tessuto imprenditoriale importante come quello del Nord Est».
Quali sono i punti di forza della soluzione EasyCloud? «Le nostre soluzioni Cloud sono basate su un’industrializzazione di servizi, ma anche sull’estrema capacita di adattabilità rispetto all’esigenza del cliente, come appunto un abito sartoriale, dove però la stoffa di prim’ordine è prodotta dalla tecnologia e dai processi strutturati. Solo cosi le abili mani del sarto possono creare un prodotto che si adatta a ciascuna esigenza».
Cambiamento e trasformazione: non bisogna impegnarsi a conoscere e risolvere le cose complicate, ma trovare chi le può gestire nel migliore dei modi al costo più basso. «È proprio così. nel nostro caso siamo in grado di realizzare anche progetti di replica dei dati, per le aziende che ancora non sono pronte al Cloud. Garantiamo loro, inoltre, la possibilità di effettuare backup o addirittura replicare i loro sistemi presso i nostri datacenter di Milano e Roma: continuità di elaborazione per coloro che offrono servizi critici oppure ad elevata movimentazione come logistica, grande distribuzione, retail, ma anche ambito sanitario oppure produttivo».
www.cbt.it
 

ReyerZine_n21-CBT1

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: