Hybrid Music Contest: iscrizioni aperte fino al 23 febbraio

Elisa Montin

Pensate di poter essere un nuovo cantante solista o una nuova band di successo? Hybrid Music, del Settore cultura del Comune di Venezia, e associazione ComunicArte offrono ai giovani musicisti del territorio un’importante opportunità di mettersi in mostra e maturare significative esperienze live. A marzo torna infatti l’Hybrid Music Contest, a cui ci si potrà iscrivere gratuitamente fino alle ore 24 del 23 febbraio.

Come si partecipa

L’edizione 2020 dell’HM Contest sarà la terza del concorso che intende valorizzare e sostenere i giovani musicisti emergenti del territorio. Sono previste alcune novità, sia a livello di requisiti che di formula. In primo luogo, possono partecipare tutti i solisti e i gruppi musicali residenti in Veneto con un’età compresa tra 18 e 35 anni. Per iscriversi, va compilato l’apposito modulo (scaricabile su www.culturavenezia.it/hybrid) e inviato entro il 23 febbraio con fotocopia del documento di identità di chi lo sottoscrive, una breve biografia (massimo 1.500 battute) e almeno due foto ad alta risoluzione. Va inoltre spedita una e-mail (a hybridmusic@comune.venezia.it) con una demo di due brani musicali inediti in formato solo audio (wav, mp3, wma, aiff, m4a, ogg), in allegato o come link a servizi gratuiti online di backup e storage. Non è prevista alcuna preclusione di genere, ma è accettata solo l’esecuzione di brani originali.

Le selezioni e la finale

La prima selezione sarà effettuata, a porte chiuse e con giudizio insindacabile, da un’apposita commissione formata da 3 esperti del settore. Verranno così scelti 20 artisti, tra solisti e band. I selezionati, a gruppi di 5, si confronteranno in 4 show live sul palco del Teatro Momo di Mestre, in programma il 13, 14, 21 e 28 marzo. Da ogni serata verrà promosso dalla Commissione giudicatrice un finalista. Tutte le selezioni avverranno con particolare riguardo ai criteri di originalità, presenza scenica e qualità compositiva.

I 4 finalisti si giocheranno così la vittoria e un piccolo premio in denaro (1.500 euro al primo, 500 euro a testa a secondo, terzo e quarto classificato). L’esibizione finale avverrà nel live del 2 aprile (ore 21) al Teatro Toniolo di Mestre. Qui, ogni finalista avrà a disposizione un tempo massimo di 15 minuti per presentare i propri inediti. Ad accompagnare la rassegna, ci sarà un testimonial d’eccezione (ancora top secret) che si confronterà con i giovani selezionati, salendo sul palco insieme a loro.

Un sostegno al talento giovanile

La cartolina ufficiale del Contest cita una frase della canzone “Soldi” di Mahmood, vincitrice del Festival di Sanremo 2019.
Ciò che devi dire non l’hai detto” è un chiaro invito a far sentire la propria voce, rivolto ai tanti giovani che trovano nella musica la principale forma di espressione dei propri pensieri. «Con questo nuovo segnale di forte attenzione ai giovani – ha commentato l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia, Simone Venturini – vogliamo sostenere l’affermazione del loro talento anche in ambito culturale e musicale. E crediamo che questa sia un’iniziativa in grado di dare realmente opportunità e visibilità a band e solisti della Città metropolitana di Venezia e di tutto il Veneto».

 

L’Hybrid Music e l’offerta cittadina per musica e cultura

La cartolina dell’Hybrid Music Contest 2020, al tempo stesso, richiama chiaramente il colore rosso del centro HM Hybrid Music di Mestre. Il centro, che ha festeggiato i 2 anni dall’inaugurazione lo scorso 13 ottobre, ha consentito di allargare ulteriormente la già ampia offerta del Settore cultura. Evoluzione della storica “Sala prove Monteverdi”, l’Hybrid Music si propone infatti come luogo di educazione e aggregazione musicale. In 200 metri quadri, ospita 2 sale prove modernamente attrezzate con relative backline e un ampio spazio di accoglienza. 87 metri quadri “open” per incontri, performance e lavori di gruppo. Le sale sono aperte al pubblico tutti i giorni, dalle 16 alle 22, ed è possibile prenotare gli spazi su Facebook o telefonando (in orario di apertura) allo 041-2746241.

Anche il ripensamento della formula del Contest, dopo le due finali sul palco del Marghera Estate, ha alla base una precisa logica. Coinvolgendo più sedi del Settore cultura, si intende infatti intensificare le dinamiche di interconnessione tra luoghi di produzione e contenitori culturali. Spazi da far percepire ai giovani come propri e come opportunità pensate proprio per loro. Opportunità di vera crescita professionale, passando anche attraverso il confronto con il pubblico e gli esperti.

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: