Politica +

Giornata della Memoria, von der Leyen: “l’antisemitismo sta crescendo”

Giornata della Memoria, von der Leyen: “l’antisemitismo sta crescendo”
Ursula Von der Leyen

Si celebra domani, 27 gennaio, la giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto.
E la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha anticipato il suo messaggio ricordando come “l’Olocausto fu un disastro europeo provocato dall’antisemitismo, che in Germania ha aperto le porte alla Shoah”.
Una pagina della storia che “non dobbiamo mai dimenticare”, ha detto, e che purtroppo minaccia anche il nostro futuro.
“Ancor oggi l’antisemitismo sta crescendo nel nostro continente e minaccia la comunità ebraica che ci vive – ha rilevato la presidente – Dall’inizio della pandemia, le teorie complottistiche e la disinformazione antisemite si sono propagate rapidamente, sia online che offline. Le persone che sfilano per le strade europee indossando la stella di David paragonando le misure pandemiche al genocidio del regime nazista banalizzano l’esperienza delle vittime della Shoah. E la rappresentazione distorta dell’Olocausto alimenta la retorica dell’odio”.
Per contrastare questo fenomeno, la Commissione europea ha attivato una serie di 70 azioni di cui la giornata commemorativa dell’Olocausto rappresenta il pilastro principale.
Tra queste, la campagna #ProtectTheFacts, promossa in collaborazione con l’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (IHRA), l’UNESCO e le Nazioni Unite e la creazione di una rete di siti “in cui si è consumato l’Olocausto” per coinvolgere il grande pubblico su “una riflessione su una cultura della memoria in Europa”.
Per la prima volta, inoltre, la sede della Commissione europea, l’edificio di Berlaymont, sarà illuminata con la scritta #WeRemember.

memoria
“Il fulcro della nostra azione è garantire che gli ebrei in tutta Europa possano vivere la loro vita conformemente alle loro tradizioni religiose e culturali – ha detto ancora Ursula von der Leyen – L’Europa potrà prosperare solo quando potranno farlo anche le sue comunità ebraiche in quanto la vita ebraica è parte integrante della storia e del futuro dell’Europa”.

Leggi anche:

Giornata della memoria 2022: esce “Il senso di Hitler” – Metropolitano.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.