Arte e Cultura +

Due opere di Levi e Spinosa donate alla Fondazione musei civici di Venezia

Due opere di Levi e Spinosa donate alla Fondazione musei civici di Venezia

Due importanti opere pittoriche diventeranno patrimonio della Galleria Internazionale di Arte Moderna di Ca’ Pesaro.  Si tratta di due dipinti degli artisti Carlo Levi e di Domenico Spinosa.
Carlo Levi, scrittore, medico, pittore e politico noto soprattutto per il suo celeberrimo romanzo “Cristo si è fermato ad Eboli” e per la sua storia antifascista,  ha realizzato con grande successo nel corso della sua vita innumerevoli opere pittoriche.
I suoi quadri sono stati esposti non solo in Italia ma anche a Parigi, dove ha vissuto.
A Venezia ha partecipato a diverse edizioni della Biennale. Nel 1924,  alla XIV Mostra Internazionale d’arte ha esposto il suo dipinto Arcadia, riproponendosi nel 1926 alla XV Biennale con l’opera Il fratello e la sorella.
Nel 1954, alla XVII edizione della Biennale, ha infine allestito un’intera sala personale esponendovi cinquanta opere.

Sorelle

Proprio a Venezia ritorna ora l‘olio su tela “Sorelle”, donato per volontà della signora Virginia Luisa Volterra.
L’opera donata al Comune sarà gestita, conservata, valorizzata ed esposta con la dicitura “donazione in memoria dell’ing. Enrico G. Volterra e Edith Duenk Volterra”.

Un’ulteriore donazione riguarda una natura morta di Domenico Spinosa destinata ai Musei Civici veneziani grazie ai figli del pittore Nicola e Aurora.
L’opera è un olio su tela di 78×73 cm del 1961.
L’anno prima Spinosa aveva partecipato alla XXX edizione della Biennale d’Arte con un’intera sala espositiva a lui dedicata. L’artista, noto anche per le sue numerose altre partecipazioni alla Mostra Internazionale, dal 1954 non ha mancato un appuntamento veneziano e i figli qui hanno voluto che ritornasse una delle sue opere.

Natura morta Domenico Spinosa
Natura morta Domenico Spinosa

 

“Un sincero ringraziamento a Virginia Luisa Volterra e a Nicola e Aurora Spinosa – ha commentato il sindaco di Venezia  Luigi Brugnaro – per aver donato a Venezia due dipinti che consentiranno alla nostra Fondazione di arricchire il proprio patrimonio artistico e di inserire due importanti nuovi tasselli in quel racconto artistico che i Musei Civici vogliono continuare a costruire così da lasciarlo in eredità alle future generazioni. Il vostro gesto dimostra grande fiducia nell’operato della Città che, con la sua Fondazione, sta accogliendo in questi anni sempre più donazioni da parte di tante persone che sanno così di consegnare le loro importanti opere artistiche a chi si impegna a conservarle con massima cura. Siamo onorati e orgogliosi di questi gesti e siamo convinti che tantissimi altri vi prenderanno come esempio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  pittura