fbpx

Cent’anni di Ligabue: una festa per tutta la città

Nel dopoguerra Anacleto Ligabue con il Presidente della Veneziana Navigazione nel cortometraggio di Simone Massi
Nella foto in alto: Nel dopoguerra Anacleto Ligabue con il Presidente della Veneziana Navigazione nel cortometraggio di Simone Massi

Mostre, eventi, proiezioni, convegni e “Dialoghi”.

Tanti appuntamenti aperti al pubblico per il centenario dell’azienda

 

Non sono solo i cent’anni di storia dell’impresa familiare quella che Inti Ligabue si sta apprestando a festeggiare con tutti i cittadini veneziani, i collaboratori, i clienti e i partner internazionali, con una serie di eventi a partire dal 22 settembre prossimo.
Sono soprattutto tante storie umane e personali che fioriscono nel 1919 con il fondatore di questa dinastia di imprenditori, Anacleto, passano per il figlio Giancarlo, famoso paleontologo ed esploratore, e continuano con lui, Inti Ligabue, il nipote ora capitano dell’azienda che giusto nell’anno del centenario inizia la quarta generazione con la nascita di Diletta.

Inti Ligabue, l’attuale capitano dell’azienda. Celebra quest’anno il centenario

Storie che si sono intrecciate alla Storia della città di Venezia da quando la fertile mente di Anacleto inventò il catering navale. E poi ci sono le storie degli attuali 7.720 dipendenti della Ligabue Spa, di 45 diverse nazionalità, sparsi in 14 paesi di cinque continenti.

La Mostra

Tutto verrà documentato nella mostra che si terrà dal 22 settembre al 3 novembre nella Scuola Grande della Misericordia a Venezia dal nome “La grande impresa 1919 – 2019. Ligabue. Cento anni della nostra storia” (orario: da martedì a domenica, dalle 10 alle 18).
Si tratta di un itinerario che si snoda su mille metri quadrati attraverso isole tematiche dove l’allestimento prevede apparati multimediali, grandi schermi, installazioni interattive degli oggetti più significativi che hanno caratterizzato la storia dell’azienda.
A cominciare dal quel foglietto ingiallito dal tempo, pietra miliare, dove Anacleto Ligabue dichiara di voler aprire una ditta al numero 700 di San Marco a Venezia “Pel commercio di formaggi, burro e salumi”. Diventerà una delle più grandi aziende del catering al mondo.

E ancora materiali documentari delle teche Rai e della Camera di Commercio di Venezia, e tante foto e filmati inediti provenienti dall’archivio Ligabue.

Monografia

L’esposizione sarà accompagnata da una ricercata monografia curata dallo storico e giornalista Alessandro Marzo Magno corredata da apporti e interventi illustri, che ripercorre non solo le fasi economiche dell’azienda ma anche quelle che l’hanno fatta conoscere nel mondo dal punto di vista scientifico e culturale grazie alle spedizioni e scoperte del paleontologo Giancarlo, il papà di Inti scomparso il 25 gennaio 2015.

Cortometraggio animato

La storia dell’impresa verrà illustrata anche da un cortometraggio animato d’autore con la voce narrante di Stefano Accorsi e firmato dal disegnatore e animatore Simone Massi, ritenuto uno dei migliori animatori a livello internazionale. Massi ha lavorato venti mesi all’opera realizzando interamente a mano i disegni utilizzando la tecnica dei pastelli a olio graffiati con la puntasecca.

Anacleto Ligabue, dopo la ferita riportata in missione, viene inviato a gestire la mensa ufficiali a Venenzia durante la Prima Guerra Mondiale dal cortometraggio di Simone Massi

Docufilm

Su Giancarlo Ligabue ci sarà un docufilm che tratteggia la storia imprenditoriale e quella più famosa che riguarda le circa 130 spedizioni scientifiche e di ricerca, così come la passione nello sport e l’impegno in politica, dal 1994 al 1999 al parlamento europeo. Sarà proiettato il 30 ottobre alle 18.

“Dialoghi della Fondazione”.

L’astronauta Samantha Cristoforetti sarà la protagonista dell’”Omaggio della Fondazione Giancarlo Ligabue” al centenario al Teatro Goldoni di Venezia il 15 novembre per gli oramai classici “Dialoghi della Fondazione”.

Numerosi documentari realizzati dalla Fondazione saranno proiettati all’interno della Scuola Grande della Misericordia. Tra questi “Le pietre di Venezia”, “I dinosauri del deserto dei Gobi”, “Gli ultimi Maya”, “Rapa Nui- Isola di Pasqua”: questo il calendario.

Arte & Teatro

Sono previsti tre incontri per studenti e docenti condotti dal critico d’arte, divulgatore e scrittore Carlo Vanoni:

  • 25 settembre ore 11. “Ho scritto t’amo sulla tela”. Dieci donne rappresentate nell’arte da Tiziano a Matisse, da Tiepolo a Peggy G.
  • 2 ottobre ore 11. “A piedi nudi nell’arte”, incontro sul libro di Vanoni per passeggiare tra i capolavori di Giovanni Bellini fino ai contemporanei.
  • 16 ottobre ore 11. “Tutta l’arte è contemporanea”. Mangiare, dormire, lavorare e amare: tutto quello (visibile e nascosto) che si trova nelle opere antiche e contemporanee.

Impresa & Economia

  • 27 settembre alle 18. “Imprese, mercati e uomini”. Carlo Cottarelli, economista ed editorialista, direttore dell’Osservatorio sui Conti pubblici italiani, già commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica e direttore esecutivo nel Board del Fondo Monetario Internazionale, e Inti Ligabue, imprenditore, presidente della Fondazione Giancarlo Ligabue discuteranno della legalità e dell’impresa nel nostro Paese e degli scenari economici contemporane Modera Roberto Papetti, direttore de Il Gazzettino.
  • 4 ottobre alle 18. “Menti, idee e business”. Meeting con TIM. Cosa accade quando si incontrano psicologia cognitiva, scienziati dei numeri e protagonisti della comunicazione.

Sport

  • 16 ottobre alle 18. “I costruttori di successo e le loro squadre”. Incontro con la Reyer di oggi e di ieri per parlare di team building e forza della squadra con il “vecio paron” Tonino Zorzi, per anni allenatore della squadra di basket veneziana, il coach Walter De Raffaele e i giocatori Reyer.
  • 18 ottobre alle 18. “I valori dello sport nelle sfide della vita”. Discuteranno Andrea Lucchetta, ex nazionale di pallavolo e commentatore sportivo; Ruben Lenten kitesurfer olandese dedito ora ai salti estremi tra i venti di tempesta e Andrea Stella, grande velista Coordina Emanuela Audisio, giornalista di Repubblica.

Arte

  • 9 ottobre alle 18. “Venezia, storie di artisti, opere e grandi collezionisti”. Luca Massimo Barbero, direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini e curatore associato presso la Fondazione Peggy Guggenheim, parlerà di “Venezia, pittori e collezionisti”. Moderatore Adriano Favaro.
  • 25 ottobre alle 18. “L’uomo vitruviano di Leonardo tra mito e realtà” con Piero C. Marani, professore ordinario di Storia dell’arte moderna al Politecnico di Milano, studioso di Leonardo da Vinci.

Ambiente

  • 11 ottobre alle 18. “Grande madre acqua”. Con il geografo Franco Farinelli, l’archeologo Davide Domenici, professore all’Università di Bologna, uno dei più noti studiosi delle culture dell’Antica America e Carlo Barbante, università di Ca’ Foscari, lo scienziato della storia del clima e dei ghiacci del polo Sud parlano di “Acqua e ambiente in bilico”. Moderatore Adriano Favaro.

Storia, alimentazione e antropologia

  • 23 ottobre alle 18. “Il cibo come cultura”. Massimo Montanari, ordinario di Storia medievale alla Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna, ove insegna anche Storia dell’alimentazione discuterà assieme ad Arrigo Cipriani. Modera Adriano Favaro.

Cultura & Cinema

  • 30 ottobre alle 18 (giorno del compleanno di Giancarlo). “Avere una vita, viverne due. Documentario sulla vita di Giancarlo Ligabue” curato da Adriano Favaro con Pierandrea Gagliardi.

Eventi e conferenze si terranno in un’arena allestita alla Scuola della Misericordia. Sono a ingresso libero su prenotazione a: conferenze100@ligabue.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter