Economia +

Acquisti online, il 63% dei prodotti più caro di un anno fa

Acquisti online, il 63% dei prodotti più caro di un anno fa
shopping online

I risultati di uno studio del portale Idealo: l’inflazione non risparmia l’e-commerce

Se gli acquisti online restano ancora più convenienti di quelli nei negozi fisici, nemmeno l’e-commerce si salva dalla crescita vertiginosa dell’inflazione.
Lo ha evidenziato un’indagine del portale internazionale Idealo, leader in Europa nella comparazione dei prezzi.
Nell’ultimo anno, dunque, il 63% delle 1.975 categorie di prodotto inserite nella versione italiana del sito ha fatto registrare un aumento di prezzo. E la percentuale sale al 71% se si considerano solo le 100 categorie più ricercate da chi effettua i propri acquisti online.

Elettronica e abbigliamento le categorie coi massimi rincari

La ricerca approfondisce i risultati categoria per categoria. E la più penalizzata, sottolinea lo studio, è l’elettronica, a causa della carenza di microchip sul mercato mondiale.
In testa alla non invidiabile classifica sono le schede video, che nell’ultimo anno sono aumentate mediamente del 61%.
Seguono tablet e fotocamere digitali mirrorless, che hanno sfiorato il 30% di incremento del prezzo, poi gli smartphone (+21%), i personal computer (+17%) e infine smartwatch e consolle da gioco, attestate su un aumento del costo di listino attorno all’8%.
Un altro settore in cui Idealo ha riscontrato numerosi prodotti rincarati tra maggio 2021 e lo stesso mese del 2022 è quello dell’abbigliamento.
In particolare, i rincari hanno riguardato le calzature. Si può parlare di una vera e propria impennata soprattutto per le scarpe sportive tecniche: +163% per quelle da atletica e quasi +90% per quelle da calcio.
Ma, nel 2022, tutte le scarpe costano di più. La forbice va da un minimo del +19% per un altro tipo di calzatura sportiva, quella da corsa, al +43% per le cosiddette sneakers, utilizzate nel tempo libero. Prezzi superiori di quasi un quarto (+24%) però anche per le scarpe da bambino.

acquisti online

L’eccezione dei farmaci e gli altri settori rincarati

A sottrarsi al trend generale sono in pratica solo i farmaci, per i quali è anzi leggermente sceso il costo d’acquisto sulle piattaforme di e-commerce.
Il dato più significativo, in tal senso, è il -4%, nel confronto su base annua, registrato per le medicine contro tosse, raffreddore e influenza.
Un’altra categoria particolarmente colpita dall’aumento dei prezzi, sottolinea la ricerca, è quella del giardinaggio.
I fiori in vendita online, infatti, sono ad esempio rincarati dell’87%, gli alberi da frutta dell’85%.
Nel settore auto e moto, è invece quasi raddoppiato il costo degli accessori per la due ruote e sono aumentati tra il 10% e il 15% gli pneumatici.
Pur in aumento, si fermano su minori percentuali di incremento di costo online gli elettrodomestici. È delle cucine con piano cottura, con un +14% medio, la peggior performance, mentre sono sotto il +10% frigoriferi (+6%), televisori (+5%) e lavastoviglie (+3%).
Infine, tra gli altri settori, vanno segnalati il +18% delle valigie e il +4% degli zaini per il cosiddetto “travel” e il +13% fatto registrare quest’anno rispetto al 2021 dal cibo per cani nella categoria “pet”.

Gli Italiani e l’e-commerce

Dopo il boom del 2020, quando l’e-commerce fece segnare un +98,7% nell’arco dei 12 mesi, pur con un leggero calo (-11%) rispetto all’anno della pandemia anche nel 2021 gli Italiani hanno confermato buona attitudine agli acquisti online.
Nel confronto tra lo scorso anno e l’ultimo pre-Covid la crescita, come emerge dal report annuale di Idealo, si è attestata al +68,2%.
Il settore più amato dagli italiani che fanno shopping su Internet è stato con ampio margine quello dell’elettronica, con il 47,2% delle intenzioni d’acquisto (e gli smartphone come prodotti più desiderati in assoluto), ma spicca anche l’abbigliamento, con l’11% del totale riconducibile alla sotto-categoria “Sport & Outdoor” e il 9,9% per “Moda e accessori”. Le calzature sneakers si collocano infine al terzo posto assoluto.
Sempre dal settore dell’abbigliamento, arrivano anche alcune curiosità con il boom di ricerche sull’abbigliamento intimo sexy e sulle scarpe antinfortunistiche, entrambi oltre il +200%. In crescita marcata anche tutto l’abbigliamento sportivo, guidato da quello per il fitness (+94%).
Il prodotto il cui prezzo online lo scorso anno era calato di più (mediamente del -39%) appartiene invece alla categoria “elettrodomestici”: sono gli aspirapolvere.

Alberto Minazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  E-commerce