Turismo +

Tra viaggio e (video)gioco, alla scoperta delle meraviglie della Sicilia

Tra viaggio e (video)gioco, alla scoperta delle meraviglie della Sicilia

Siciliana l’ambientazione, siciliana la produzione. Il nome è ancora top secret, ma è già partito il conto alla rovescia per il lancio del primo videogioco in realtà virtuale interamente pensato e realizzato per far conoscere le migliori destinazioni turistiche e i talenti siciliani.
La data di presentazione prevista da D-Service Italia, l’azienda palermitana operante nel settore ICT e delle nuove tecnologie che ha prodotto il videogame, è prevista entro fine settembre. Un prodotto che, negli intendimenti, sarà il primo di una serie di giochi ambientati nel territorio siciliano.

Il videogioco “Made in Sicily”

Il videogioco è ambientato in un palazzo storico della Sicilia. Tra viaggio e giallo, tra scoperta e avventura, tra enigmi e un percorso irto d’insidie, nasce con l’obiettivo di offrire un’esperienza immersiva, unendo al gioco la narrazione storica.
Nel gioco sarà infatti possibile servirsi anche di un’area didattica di approfondimento per scoprire in tempo reale la storia e le caratteristiche culturali dei luoghi reali del gioco.

Uno dei principali punti di forza è l’utilizzo della realtà aumentata e di ricostruzioni 3D, che offrono all’utente un’esperienza interattiva e di gioco di elevato impatto sensoriale.

La tecnologia e i possibili sviluppi

Anche al di là dei possibili capitoli successivi in altre ambientazioni siciliane, il videogame nasce con lo scopo di non rimanere un caso isolato. La tecnologia implementata da D-Service Italia è replicabile e può dunque essere sfruttata da altre destinazioni turistiche italiane ed europee. Il videogame è stato studiato per Oculus Quest 2, HTC VIVE e Oculus Rift e una versione preliminare verrà distribuita su Oculus Store e Steam. A curare il progetto è stato lo studio “AlphaOmega42”, interno all’azienda, specializzato nello sviluppo di giochi per dispositivi di telefonia mobile e per la realtà virtuale e aumentata.

Tecnologia e cultura siciliana

“Tra i nostri obiettivi – spiega l’amministratore delegato di D-Service Italia, Arduino Leone – c’è quello di raccontare i beni culturali e le destinazioni turistiche attraverso soluzioni tecnologiche moderne ed altamente avanzate. La nostra idea è quella di valorizzare i talenti siciliani e abbiamo quindi coinvolto nel progetto i nostri giovani tecnici informatici e grafici”. In vista del lancio del gioco, l’azienda siciliana ha intanto avviato una campagna di comunicazione su internet e sui social network, mettendo a disposizione anche podcast e webinar, oltre ad alcune anticipazioni sul gioco vero e proprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  Sicilia