SPID: ottieni la tua identità digitale fino al 31 luglio

SPID IMMAGINE

Chissà quante volte vi siete fermati davanti allo SPID.
Volevate aver accesso a dei documenti, oppure iscrivervi a un concorso pubblico.
Avete compilato tutti i moduli richiesti e alla fine…siete tornati indietro. Tutto da rifare.
Ma cos’è dunque questo SPID? E perché tutti lo richiedono?

Lo SPID non è altro che il Sistema Pubblico di Identità Digitale.
Pure detta così, sembra una cosa complicata.
Ma non lo è per niente e, una volta ottenuto, vi consentirà di accedere a tutti i servizi online del comune. Perché quella password vi rappresenterà e sarà garante della vostra identità, tutelandovi.
Si fa gratuitamente e resta gratis per sempre.

SPID: come ottenerlo

Non vi sentite abbastanza scaltri al computer? Nessun problema.
C’è chi vi può facilitare le cose. Fino al 31 luglio sarà possibile recarsi in una delle due sedi URP del Comune di Venezia, a Ca’ Farsetti e in via Spalti a Mestre (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13; il martedì anche dalle 15 alle 17) per ottenere facilmente e gratuitamente il proprio SPID, assistiti da personale specializzato. Previo appuntamento, sarà possibile ottenerlo gratuitamente anche presso le sedi anagrafe di Marghera, Favaro, Chirignago, Zelarino, Murano, Burano e Lido (dove, a breve, sarà attivato un vero e proprio servizio). Basterà aver con sé un indirizzo email, il numero di telefono del proprio cellulare, un documento di identità valido e la tessera sanitaria.

«Dall’inizio di febbraio, quando ha preso il via la campagna, senza che venisse ancora pubblicizzata – sottolinea il consigliere delegato all’Innovazione, Luca Battistella – sono già state distribuite 450 identità digitali». L’iniziativa è messa in atto da Venis con la collaborazione dell’Identity Provider TIM- Trust Technologies.

SPID: a cosa serve

Lo SPID non vi servirà solo per ottenere ciò che vi serve dall’ente comunale semplicemente inserendo una password che potete digitare dal vostro computer, tablet o anche smartphone.
«I servizi digitali su DiMe del Comune di Venezia sono già 62 – spiega Alessandra Poggiani, direttrice di Venis – e arriveranno a 100 entro il 2020. Ma ci sono anche molti altri servizi regionali e nazionali accessibili con SPID».
Qualche esempio? L’Agenzia delle Entrate, l’INPS, Scuole e Università che lo richiedono per l’iscrizione dei vostri figli. Anche il bonus diciottenni e il reddito di cittadinanza si raggiungono più semplicemente avendo lo SPID.

Sempre meno agli sportelli: con lo SPID si fa da casa

Tutti questi passaggi diventeranno sempre meno gestiti da sportello e sempre più digitali. E’ per questo che l’Unione Europea ha finanziato il cosiddetto Progetto Transizione digitale e miglioramento della Governance al quale il Comune di Venezia partecipa, supportato da Venis, per “favorire il processo di transizione delle strutture comunali verso processi organizzativi più efficienti, accompagnandole nel passaggio dall’erogazione dei servizi in “modalità sportello” all’erogazione degli stessi attraverso il digitale”

Come prendere un appuntamento

Per fissare un appuntamento basterà chiamare il numero 041041 o scrivere a: ‪prenotaspid.mestre@venis.it (per Mestre, Marghera, Favaro, Zelarino o Chirignago) oppure prenotaspid.venezia@venis.it (per Venezia, Lido, Murano o Burano)

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: