Società +

Sicurezza stradale: caffè gratuiti in autostrada per combattere i colpi di sonno

Sicurezza stradale: caffè gratuiti in autostrada per combattere i colpi di sonno

CAV Concessioni Autostradali Venete ha prorogato anche per il mese di agosto l’iniziativa di offrire una tazzina gratis ai viaggiatori notturni

Forse non tutti sanno che il colpo di sonno è una delle principali cause di incidenti, anche mortali su strade e autostrade. Un Rapporto della Foundation for Traffic Safety statunitense dice che chi dorme 5 o 6 ore ha doppia probabilità di fare un incidente nelle 24 ore successive rispetto alle persone che riposano per 7 o 8.

L’eccessiva stanchezza rende infatti il guidatore meno attento e ricettivo agli stimoli esterni aumentando di conseguenza il rischio che si verifichi il temutissimo colpo di sonno con possibili gravi conseguenze.

La ricerca ha dimostrato che sotto le 5 ore si ha lo stesso rischio che guidando ubriachi. Per questo quando si sale in macchina e si viaggia soprattutto nelle ore notturne è importante cercare di prevenire situazioni di pericolo. Va in questa direzione l’iniziativa di Concessioni Autostradali Venete di offrire caffè gratuiti per combattere i colpi di sonno.

L’iniziativa anche nei fine settimana di controesodo

Lo scorso mese sono state offerte 4 mila e 50 tazzine gratuite ai viaggiatori notturni della A4, numero che equivale ad altrettante soste che probabilmente altrimenti non sarebbero state fatte. L’iniziativa in particolare prevede che sia offerto un caffè gratuito alle persone che si fanno uno stop nelle aree di servizio di Arino Est e Arino Ovest tra la mezzanotte e le 5 del mattino di ogni sabato e domenica, vale a dire i giorni più “caldi” dell’esodo estivo.

Visto il successo ottenuto gli scorsi anni, per il 2022 CAV ha deciso di proseguire la promozione fino alla fine di agosto. Per la prima volta, l’iniziativa sarà così estesa anche ai 2 fine settimana di controesodo dalle vacanze cioè quelli del 20-21 e 27-28 agosto.

Io guido sicuro” dice lo slogan dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con Ristop-Lagardère, partita il 16 luglio. Proprio perché l’obiettivo è quello di sensibilizzare gli automobilisti a fare una sosta “ristoratrice” bevendo un caffè per ristabilire la necessaria prontezza di riflessi e rimettersi al volante in sicurezza. Nell’arco di 11 notti per complessive 55 ore sono stati serviti una media di quasi 74 caffè ogni ora, circa 370 ogni notte.

autostrade

I campanelli d’allarme del colpo di sonno

Come si capisce se sta per arrivare un colpo di sonno? In genere si fa precedere da alcuni segnali di allarme che inequivocabilmente dicono che bisogna fermarsi. I sintomi, rileva la Fondazione statunitense, sono sbadigliare frequentemente, difficoltà a tenere gli occhi aperti, a mantenere la corsia di marcia e ricordare gli ultimi km percorsi. Tuttavia in metà dei casi ci si addormenta senza nessun segno premonitore.

Il consiglio per chi si mette al volante è di viaggiare in orari in cui normalmente si è svegli; fare una pausa ogni 2 ore; se possibile viaggiare con un passeggero sveglio e guidare a turno. Oltre a evitare cibi pesanti e farmaci che compromettono l’attenzione.

Il rapporto della Foundation for Traffic safety statunitense ha analizzato oltre 7 mila persone coinvolte in 4.500 incidenti. Dai dati è emerso che ogni ora dormita in meno rispetto alle 7 raccomandate raddoppia il rischio di incidenti.

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.