fbpx

Pronti? Si salpa! Il campus dei sogni

L'assessore alle Politiche Sociali Simone Venturini saluta i ragazzi del progetto Desire in partenza per il campus

Un equipaggio speciale per un campus d’avventure sui mari

E’ un sogno che si avvera. Quanti, da ragazzzi, hanno sognato di solcare i mari a bordo di una barca a vela e di esplorare nuove terre con i propri amici?

Per una settimana, sarà quello che faranno i ragazzi del progetto Desire, salpati da Venezia per un campus estivo al di fuori dei generis.
A cominciare dal fatto che, tra loro, ci sono anche giovani affetti da disabilità. A salutarli, al momento della partenza, nella sede della Compagnia della Vela all’Isola di San Giorgio, l’assessore comunale alla Coesione sociale Simone Venturini.

“Ringrazio Daniele Scarpa e gli equipaggi di queste due straordinarie barche – ha commentato mentre saliva a bordo con i ragazzi per una foto insieme – Oggi  si sono imbarcati, tra gli altri, ragazzi affetti da autismo. E’ la dimostrazione che la vera inclusione la si ottiene abbattendo le barriere e dando la possibilità a tutti di vivere le stesse esperienze. Una sfida riuscita – ha concluso – per cui non posso che ringraziare anche l’associazione Agsav.”

Promosso dall’associazione sportiva Canoa Republic”, fondata nel 2001 dai campioni olimpionici Daniele Scarpa e Sandra Truccolo, il progetto che consentirà a tanti giovani di avvicinarsi alle attività marinaresche è a tutti gli effetti un campus che metterà assieme ambiente, solidarietà e sport. Desire, l’imbarcazione che li ospita a bordo, è una barca a vela di 56 piedi che metterà i ragazzi alla prova, insegnando il valore della condivisione degli spazi, della collaborazione e del rispetto altrui. Un’esperienza di vita di cui far tesoro, constatando concretamente il fatto che “la disabilità non è un limite“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter