Società +

Registro delle opposizioni: già 205 mila iscrizioni in un giorno

Registro delle opposizioni: già 205 mila iscrizioni in un giorno

Da giovedì 27 luglio, grande adesione alla possibilità di bloccare il telemarketing anche sui cellulari

In poche ore, già 205 mila cittadini hanno sfruttato la possibilità di non ricevere più telefonate di promozioni commerciali sul proprio cellulare.
Alle 17.30 del 27 giugno, primo giorno di operatività del nuovo registro pubblico delle opposizioni, sono stati 205 mila gli Italiani che si sono iscritti al servizio gratuito del Ministero dello Sviluppo economico.
Come ha precisato il Mise, ben 166 mila utenti, circa l’80%, si sono iscritti utilizzando la piattaforma on line www.registrodelleopposizioni.it, con punte di traffico particolarmente sostenute nell’arco della giornata.
La seconda modalità più utilizzata, in questo caso da 34 mia persone, è stata quella telefonica, chiamando cioè il numero verde 800 957 766 (per le utenze fisse) o allo 06 42986411 (per i cellulari). Circa 5 mila, infine, coloro che si sono iscritti inviando l’apposito modulo via posta elettronica.
In 4.200 hanno effettuato inoltre l’iscrizione del proprio indirizzo postale al registro pubblico delle opposizioni.
Come ricorda il Mise, il nuovo registro pubblico delle opposizioni, esteso da oggi anche ai numeri di cellulare, semplifica le procedure, come già previsto in precedenza per il telefono fisso e l’indirizzo postale, per i cittadini che intendono tutelare la propria privacy da attività di telemarketing selvaggio.
Gli operatori che vorranno adoperare per attività di telemarketing i numeri telefonici e gli indirizzi postali sono infatti obbligati a consultare il registro mensilmente, e comunque prima dell’avvio di ogni campagna pubblicitaria, dovendo aggiornare i dati con l’esclusione dalle loro liste dei numeri e gli indirizzi postali dei cittadini che si sono registrati.
Il Ministero precisa inoltre che il nuovo registro delle opposizioni si applica a tutti gli operatori, compresi i loro call center con sede all’estero, mentre è in corso di registrazione alla Corte dei Conti il decreto sulle tariffe che diventerà operativo con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale (nel frattempo rimane vigente per gli operatori il precedente regime tariffario).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  cellulari

Leggi anche: