fbpx

Carnevale a Venezia: diciotto giorni di festa

carnevale ve

 

Dall’8 al 25 Febbraio cortei acquei, spettacolari carri allegorici, corse dei coriandoli, sfilate in notturna. Un’unica parola d’ordine: divertimento

 

A un mese giusto dall’inizio del Carnevale, i lavori fervono più che mai.
Nei laboratori centinaia di persone sono all’opera per realizzare i carri e le maschere più belle.Gli atelier veneziani stanno riproponendo il loro ricco ventaglio di splendidi abiti di ogni epoca per i balli più gettonati. Tra le associazioni si organizzano incontri per definire i dettagli di un tema, mentre centri commerciali e negozi stanno predisponendo le nuove colorate vetrine.
E’ quasi tempo di Carnevale e c’è poco da fare: lo spirito di questa festa che da sempre contribuisce  far conoscere Venezia nel mondo con le sue maschere elegantissime che fanno bella mostra di sé nei campi, lungo le calli e nelle sontuose feste nei palazzi sul Canal Grande, è tutto nostro.

Ma carnevale non vuol dire soltanto Venezia, perché l’euforia di quello che viene considerato il periodo più folle dell’anno contagerà anche gli altri comuni della Città Metropolitana.
Per tutti, grandi e piccini, la parola d’ordine sarà “divertirsi” a suon di sfilate in maschera diurne e notturne, carri allegorici, feste a tema, musica sfrenata, turbinii di coriandoli e scorpacciate di frittelle e galani.

 

Carnevale di Venezia 2020

Diciotto giorni di festa per il carnevale veneziano, in programma quest’anno dall’8 al 25 febbraio.
Confermati gli appuntamenti più importanti a partire dal Grand Opening con lo spettacolare Corteo acqueo che da Punta della Dogana raggiungerà Rio di Cannaregio, dove a tutti gli ospiti verranno offerti cicheti e altre specialità (domenica 9).
La Festa delle Marie si svolgerà il 15 febbraio con la sfarzosa sfilata che da San Piero di Castello raggiungerà Piazza San Marco, l’incoronazione della più bella è invece in programma martedì 25 febbraio.
E veniamo ai “voli”. Il Volo dell’Angelo – quest’anno la protagonista sarà Linda Pani, la Maria vincitrice del Carnevale 2019 – aprirà ufficialmente le danze domenica 16 febbraio.

Linda Pani, Maria 2019. @Riccardo Roiter Rigoni

Lo Svolo dell’Aquila si terrà domenica 23 febbraio mentre martedì grasso, 25 febbraio, sarà il tradizionale Svolo del Leon a chiudere i festeggiamenti del Carnevale 2020.

Mestre Carnival Street Show

Non soltanto Piazza Ferretto: l’allegria del carnevale della terraferma veneziana impazzerà anche per le altre vie della città.
Il 15 e 16 e dal 20 al 25 febbraio la festa più folle dell’anno porterà a Mestre spettacoli musicali, acrobati e artisti di strada, circensi e danzatrici e il tradizionale volo dell’Asino.

Il tradizionale carnevale di Campalto

Quello di Campalto è uno dei Carnevali storici della Città metropolitana di Venezia. Una manifestazione che fa parte della tradizione della terraferma. Dopo il grande successo dello scorso anno ritorna, domenica 23 febbraio 2020 la sfilata dei Carri.
Questa edizione prevede il raddoppio del percorso che arriva a due km e della partecipazione che conta una ventina di carri allegorici. Oltre 30 attrazioni animeranno la giornata in collaborazione con varie associazioni del territorio.

Il concorso di disegno dedicato alle scuole per la progettazione del logo coinvolge oltre al Gramsci di Campalto anche l’Istituto Ilaria Alpi di Favaro. «Un’occasione di festa per tutte le età – spiega il delegato alla Cultura della Municipalità di Favaro e organizzatore di Civica Culturale Pro Campalto della sfilata dei Carri Simone Mestriner –grazie alla grande sinergia tra Amministrazione Comunale, Municipalità di Favaro Veneto, Vela S.p.A., Associazioni del territorio e cittadini. Un tocco di originalità sarà dato dalla melodia delle cornamuse che apriranno la sfilata dei Carri.Durante il percorso troveranno spazio due giovani complessi musicali e si concluderà la giornata di festa con la premiazione dei Carri allegorici più belli e il DJ set».

Lungo la Riviera del Brenta il “Carneval dei Storti”

Un carnevale al ritmo di balli sfrenati, cortei di maschere, carri allegorici e… storti!
A Dolo, lungo la Riviera del Brenta, si celebra uno dei carnevali più famosi della terraferma veneziana che richiama ogni anno decine di migliaia di spettatori.
Ma cosa sono questi “storti”, direte voi… Ebbene si tratta di coni di cialda croccante prodotti a Dolo sin dal 1800. Ripieni di panna montata, accompagnano fumanti tazze di cioccolata calda. Dei dolci talmente famosi da diventare nel tempo appellativo degli stessi abitanti dolesi e che si possono degustare proprio durante il periodo carnevalesco.

Il “Carneval dei Storti” è posticipato rispetto a quello di Venezia e quest’anno è il programma per il 21 e 22 marzo. La grandiosa sfilata del sabato vede la partecipazione di carri provenienti da molte parti del Veneto, accompagnati da migliaia di figuranti. Il giorno successivo è invece dedicato al Carnevale dei ragazzi, ospitato nello Squero monumentale.

Il Carnevale dei Ragazzi di Ceggia

Un intero paese impegnato quasi tutto l’anno per la costruzione di carri fantasmagorici, dove i giovani vengono sempre più coinvolti in un lavoro dall’alta valenza culturale (pensate che i ragazzi che collaborano alla realizzazione di quelle che dai più vengono definite “opere d’arte” hanno l’accesso ai crediti formativi scolastici).
Ecco spiegato anche il nome dell’evento: “Carnevale dei Ragazzi”.

Il programma di questa 67.ima edizione comprenderà come sempre appuntamenti con lo sport (la famosa Corsa dei Coriandoli e il Carnevale sui Pattini), la mostra delle maschere create dai più piccoli, la festa Maskerada per i giovani, ma soprattutto le tre sfilate degli spettacolari carri allegorici.
La prima si svolgerà in notturna, domenica 16 febbraio, e sarà la più emozionante e partecipata perché si tratta dell’annuale sfida tra i carri costruiti dai volontari di Ceggia.
Alle altre due, in programma domenica 23 e martedì 25 febbraio, si aggiungeràanche un’altra decina di carri provenienti dal resto d’Italia.

Le più belle sfilate in notturna

Non solo Ceggia. Il Carnevale Metropolitano regala altre sfilate serali da trascorrere in un’atmosfera di sfrenata allegria ad ammirare i fantastici carri mascherati gustando frittelle e galani ed altre tipicità carnevalesche. Tre le più importanti e partecipate ricordiamo quelle di Caorle, Quarto d’Altino, Eraclea, Concordia Sagittaria.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter