fbpx

Nuovo mercato di Mestre: dalla prossima settimana via alla copertura

Lo stato dei lavori al nuovo mercato coperto di Mestre
Nella foto in alto: Lo stato dei lavori al nuovo mercato coperto di Mestre

Ancora un mese e il nuovo mercato coperto di Mestre si presenterà all’esterno nella sua versione definitiva. Ancora poco più di due mesi e la nuova struttura sarà completata e operativa. Procede con precisione  il cronoprogramma dei lavori  in corso per dotare il centro della città di una struttura destinata al commercio ambulante.

I pilastri di sostegno della copertura del nuovo mercato coperto di Mestre

Lo stato dell’arte

A fare il punto della situazione è Insula, che si sta occupando dell’intervento. A oggi, le fondazioni sono completate e si è cominciato a gettare la prima parte della platea. Inoltre, sono stati posizionati i primi pilastri per il sostegno della copertura e sono in arrivo i primi legni della copertura. La settimana prossima, si inizieranno a costruire i tetraedri da cui questa sarà composta.

La simulazione dell’assemblaggio è stata effettuata, sopra Merano, nello stabilimento del fornitore. Essendo stata approvata, le strutture saranno montate sulla base delle procedure testate, per poi issarle e installarle. L’assemblaggio dei moduli è comunque già iniziato.

Simulazione dell’assemblaggio delle coperture del nuovo mercato di Mestre nello stabilimento di Merano

Le tempistiche

Il cronoprogramma prevede il completamento della copertura entro il 9 settembre. Da quel momento, si potrà iniziare a costruire i negozi nello spazio sottostante. Nei prossimi giorni, i lavori di montaggio della copertura proseguiranno e, dopo ferragosto, in parallelo inizieranno le operazioni per portare in loco i box per i negozi e per assemblarli.

L’ultima parte dell’intervento partirà una volta terminato l’assemblaggio dei box. Questi verranno infatti cablati, rifiniti ed allestiti. Il tutto, sempre nel rispetto delle tempistiche stabilite, dovrebbe portare alla chiusura del cantiere per metà ottobre. E, di conseguenza, all’operatività del nuovo mercato entro fine ottobre. È infatti necessario far sì che il posizionamento provvisorio sia eliminato prima dell’arrivo della stagione invernale, quando si verrebbero a presentare problemi al contrario ovviabili durante l’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter