Società +

Lotteria Italia: ecco dove sono andati i 5 milioni di € e a chi i premi minori

Lotteria Italia: ecco dove sono andati i 5 milioni di € e a chi i premi minori
Il biglietto vincitore della Lotteria Italia nel 2020

Diciamoci la verità. Almeno una volta nella vita un biglietto della Lotteria Italia, magari con non troppa convinzione, l’abbiamo comperato. E siamo pure rimasti incollati davanti al televisore nella serata dell’Epifania in attesa dell’estrazione finale che porta una pioggia di milioni.
Quest’anno, la dea bendata ha baciato Roma e il Lazio.
Il primo premio da 5 milioni di euro va infatti al biglietto T 018060 venduto nella Capitale.
In Regione sono andati altri due premi di prima categoria e quattro di seconda.
Il secondo premio va in Emilia Romagna il terzo ancora in Lazio, il quarto a Roma, il quinto in Sicilia.

I biglietti vincenti 2021-22: premi di prima categoria

In questa edizione della Lotteria Italia Roma, con oltre 911 mila, è prima tra le città italiane per numero di biglietti venduti. E non è l’unico traguardo raggiunto. Il capoluogo del Lazio è solito a colpi milionari. Il primo premio da 5 milioni è andato nella capitale anche nel 2014 e prima ancora 2009, 2008, 2003 (allora il primo premio fu di 6 milioni) e nel 2001.

L’estrazione dei primi cinque classificati è avvenuta nel corso del programma di Rai1 “Soliti Ignoti – Il ritorno”, condotto da Amadeus.
Ecco quali sono gli altri biglietti vincenti: secondo premio, (2,5 milioni di €) Serie P 297147 venduto a Formigine, in provincia di Modena;  terzo il tagliando (2 milioni di €) Serie E 263508 venduto a Magliano Sabina (Rieti); quarto (1,5 milioni di €) Serie N 330633 venduto a Roma; quinto (1 milione di €) Serie D 137599 venduto a Trapani.

Altri premi minori

Non tutto è perduto se in casa un biglietto lo abbiamo.
Quest’anno ci sono infatti ben 165 i tagliandi estratti per un valore complessivo di 16 milioni e 806 mila euro. Sono dieci i premi di seconda categoria da 100 mila euro, ben 150 quelli di terza categoria da 20 mila euro ciascuno. Quest’anno, secondo i dati di Agipronews, sono stati venduti quasi 6,4 milioni di tagliandi per circa 32 milioni di euro. Il dato di vendita registra una crescita del 38,2% rispetto alla precedente edizione che a causa dell’emergenza Covid ha registrato 4,6 milioni di tagliandi, il dato più basso dal 1978.

lotteria

Come riscuotere le vincite

Se siete tra i fortunati vincitori di uno dei premi della Lotteria Italia, per incassare la vincita dovete recarvi con il tagliando integro e in originale (sono escluse le copie di ogni tipo anche se autenticate) presso uno sportello di Banca Intesa Sanpaolo.

La Banca provvede esclusivamente al ritiro del biglietto e al suo inoltro all’Ufficio competente rilasciando apposita ricevuta. In alternativa ci si può rivolgere direttamente all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali s.r.l. a Roma, viale del Campo Boario 56/D.
Il tagliando si può anche spedire all’ufficio medesimo, a mezzo raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento richiesta (assegno circolare, bonifico bancario o postale). I premi devono essere richiesti entro il 180° giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. La scadenza è solitamente nella prima metà del mese di luglio.

Un po’ di storia della Lotteria Italia

Se fino agli anni novanta in Italia si contavano ben 13 lotterie nazionali, oggi la Lotteria Italia è l’unica in vigore.
Un tempo era nota anche come Lotteria di Capodanno e di anno in anno è abbinata a una delle più popolari trasmissioni televisive della Rai. L’estrazione dei premi vincenti si effettua annualmente il 6 gennaio. I premi si dividono in categorie di importo variabile a seconda dell’edizione.
Il record di biglietti venduti in un anno appartiene al 1988 con oltre 37 milioni di tagliandi.
Dal 1998 ci sono anche premi istantanei paralleli sul modello del “gratta e vinci”. Anche se, come indica il sito ufficiale della Lotteria, le possibilità di vincere il primo premio da 5 milioni comprando un biglietto sono una su 11 milioni vale comunque la pena di provarci. Magari è la volta buona in cui la fortuna ci strizza l’occhio.

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.