Sistema urbano +

La Giornata del camminare: riscoprire l'Italia a passo d'uomo

La Giornata del camminare: riscoprire l'Italia a passo d'uomo
Val d'Ega

Il 14 e 15 ottobre si festeggia la Giornata del Camminare, diventata in questa edizione 2023 di due giornate alla scoperta di luoghi, sentieri e cammini suggestivi

“Il camminare non è solo una sana abitudine che fa bene al corpo e allo spirito. Noi di FederTrek crediamo che il camminare sia anche un impegno civile, un gesto naturale che ha la potenzialità di innescare un ciclo virtuoso per un nuovo stile di vita che contribuisca allo sviluppo sostenibile. Il nostro obiettivo, come federazione, è far crescere in Italia una forte consapevolezza di quanto il trekking, in città come in collina o in montagna o al mare, contribuisca a quel benessere individuale e collettivo di cui la nostra società sedentaria ha impellente bisogno”.

Giornate del camminare
Alessandro Piazzi, presidente nazionale di Feder Trek

Così Alessandro Piazzi, presidente nazionale di Feder Trek, illustra la missione condivisa dalle circa 40 associazioni che vanno a comporre la federazione italiana che promuove “l’arte del camminare”.

14 e 15 ottobre alla scoperta di luoghi urbani e della natura

Alla quale FederTrek ha dedicato “La Giornata del Camminare”, manifestazione che festeggia quest’anno la decima edizione.
L’appuntamento 2023 è doppio, sabato 14 e domenica 15 ottobre, due giornate all’insegna del cammino con oltre 50 eventi organizzati lungo tutta la Penisola, in città (trekking urbano) così come in campagna, al mare e in montagna che faranno riscoprire l’Italia a passo d’uomo attraverso percorsi sostenibili e nuova sensibilità nel viaggio.

giornata del camminare
Val d’Ega

Trekking anche per chi ha disabilità

“Siamo attenti a promuovere la cultura del camminare anche con esperienze innovative – aggiunge Alessandro Piazzi – Promuoviamo, per esempio, l’accessibilità ai percorsi nella natura per i portatori di handicap mediante la Joelette, una speciale carrozzella che, trainata da escursionisti volontari, consente di condividere le passeggiate insieme a persone anche con gravi disabilità motorie. In realtà le nostre escursioni sono aperte ad ogni tipo di disabilità fisica e/o psichica. Accompagniamo anche persone ipo e non vedenti”.

Il suggestivo sentiero per le famiglie e per i bambini

L’inizio dell’autunno, tempo di foliage, è il momento migliore per il trekking in montagna e l’area delle Dolomiti, Patrimonio Unesco, offre alcuni appuntamenti dedicati a varie tipologie di cammino, che sia lento o veloce, irto o facile: la cittadina di Vipiteno (BZ) con i monti della Valle Isarco, in particolare il Monte Cavallo, caratterizzato da variegati cammini che giungono fino a quota 2.189, offre un vasto panorama di escursioni di tutti i gradi di difficoltà, anche le più semplici come ad esempio quella che parte dalla stazione a monte della cabinovia Racines-Giovo e si dipana lungo un suggestivo sentiero ad anello con un dislivello di 50 metri, adatto anche per carrozzine o passeggini e per le famiglie con bambini in generale, visto che è percorribile tranquillamente in circa 45 minuti. Il percorso escursionistico è intervallato da numerose attrazioni e meraviglie della natura: il mondo delle formiche e delle marmotte, gli animali della fattoria da toccare e accarezzare, i giochi d‘acqua.

Dolomiti, Bolzano

Panorami mozzafiato dall’alto

In diversi punti sono dislocati pannelli informativi che consentono di conoscere meglio l‘affascinante flora e fauna del posto e soddisfano la sete di sapere di tutti gli amanti della natura.
San Vigilio di Marebbe è un incantevole centro abitato situato nella Valle di Mareo, ai margini della Val Badia, in Alto Adige, posizionato in una conca tra Plan De Corones, il Pizzo delle Pietre e Paraccia da una parte, e dal monte Pares e Piz de Plaies dall’altra parte della tranquilla vallata. Numerosi sono i sentieri escursionistici che portano alla scoperta dei panorami mozzafiato di questa terra, dallo spettacolare Lago di Braies dal color smeraldo alla cima di Plan de Corones.

giornata del camminare

In Val d’Ega (BZ) con lo sguardo alle linee frastagliate di Latemar e Catinaccio, ci sono circa 530 chilometri di sentieri che si snodano nell’abbraccio delle Dolomiti.
Percorsi per tutti i gusti e tutti i passi che conducono fino a rifugi e malghe per soste gustose anche in autunno. Chi ha buone gambe può scegliere l’escursione di 15,9 chilometri che partendo da Nova Levante attraverso il Passo Nigra raggiunge la baita Messnerjoch, dove soffermarsi per assaggiare dolci fatti in casa, specialità altoatesine e riposarsi sulla soleggiata terrazza panoramica della baita.

giornata del camminare
Cooperativa Turistica San Vigilio, San Martin, Alex Moling

Più breve (7 chilometri) ma più difficile la salita sul Pulpito del Latemar.
Attraversando i bellissimi prati montani del Latemar si raggiunge il Latemar cinema che, come suggerisce il nome, offre una magnifica vista panoramica.
Le successive fatiche dell’ascesa sul pulpito del Latemar sono ripagate dalla splendida vista sul gruppo Pala, il ghiacciaio della Marmolada, il massiccio del Sella, il Sassolungo, il Catinaccio, le Alpi dell’Ötztal e l’Ortles.

giornata del camminare
Lago di Carezza dai monti Latermar

Gli amanti dei castelli potranno invece scegliere l’escursione in partenza da Palù, frazione di San Lorenzo di Sebato (BZ), dove, a poca distanza, su uno sperone di roccia si erge maestoso il Castello di San Michele, uno dei più antichi dell’Alto Adige le cui origini risalgono all’XI secolo. Nei pressi di Palù si snoda anche la Via Crucis di Sares, che conduce ad un suggestivo luogo di pellegrinaggio, la chiesa di Sares.

Il trekking, una passione che diventa arte

“Con “La Giornata del Camminare” vogliamo trasmettere un messaggio interculturale e interreligioso che faccia del trekking un’attività che travalica ogni differenza – aggiunge il presidente Alessandro Piazzi – Nel nostro agire quotidiano, supportati dall’entusiasmo dei nostri tanti accompagnatori escursionistici, vogliamo essere anche delle “sentinelle del territorio” che sanno denunciare abusi o attività incompatibili con la tutela del patrimonio di biodiversità presente in Italia. Puntiamo alla salvaguardia ed al miglioramento dell’ambiente oltre che ad un utilizzo accorto delle risorse naturali”. Per scoprire tutti gli eventi de “La Giornata del Camminare” consultare il sito: www.giornatadelcamminare.org.

Claudia Meschini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.