Ambiente +

L'Italia e Venezia prime in classifica per bellezza secondo la regola aurea

L'Italia e Venezia prime in classifica per bellezza secondo la regola aurea

Definire Venezia la “città più bella del mondo” può sembrare un luogo comune, un clichè fin troppo abusato.
In questo caso, però ad affermarlo è la scienza e precisamente la formula del Rapporto Aureo o Sezione Aurea, due nomi per una sola, magnifica costante matematica che, da 4000 anni, dà una logica all’armonia.
Utilizzando questa formula, lo studio inglese Online Mortgage Advisor, ha misurato la “bellezza oggettiva” di oltre 2.400 edifici dislocati in 450 strade di 45 città storiche nel mondo, note per la loro architettura.
Un’indagine volta a scoprire quale luogo del mondo possedesse l’architettura più bella.
A questo studio è stato affiancato anche una ricerca social per comprendere quali fossero le città più popolari su Instagram.

L’Italia è davvero “il bel Paese”

La classifica generale che prende in considerazione 45 città iconiche nel mondo, ha evidenziato un altro fattore, ovvero che l’Italia, comunemente chiamato “Il bel Paese”, è effettivamente e matematicamente, il “Paese più bello del mondo”. Non si tratta quindi di un vecchio stereotipo, ma, sempre in base al calcolo matematico del Rapporto Aureo, le due città più belle al mondo risultano essere Venezia e Roma, rispettivamente con un punteggio complessivo dell’83,3% e dell’82,0%, seguite a ruota da Barcellona, Praga, New York, Atene, Budapest, Vienna, Bordeaux che, a sorpresa, supera Parigi.

regola aurea
Venezia vista dall’alto

La classifica aurea che premia Venezia

Nella classifica dedicata agli edifici più belli d’Italia, Venezia è risultata prima con ben 5 costruzioni tra le prime 15 in graduatoria.
Tra tutte svetta la Basilica di San Marco (con un punteggio di bellezza quasi perfetto pari al 98,2%).
Al quinto posto troviamo poi la chiesa dei Miracoli, uno scrigno ricoperto di lastre di marmo a losanghe e quadrati, eseguito da maestri lapicidi tra i più capaci ed ispirati della Venezia del 400.

regola aurea
All’ottavo posto non poteva mancare il Palazzo Ducale, la residenza dei Dogi, a San Marco, al dodicesimo Palazzo Grimani, imponente palazzo rinascimentale affacciato sul Canal Grande, non lontano dal ponte di Rialto. Al tredicesimo posto svetta, in tutti i sensi, il “paron de casa”, il Campanile di San Marco, ricostruito dopo il crollo nel 1902.

Venezia, Palazzo Ducale @Claudia Meschini

Roma seconda, Milano e Firenze nella top 15 del mondo

Roma, al secondo posto, compare con quattro edifici, il Colosseo, che raggiunge un punteggio di bellezza impressionante: 91,5%, la Fontana di Trevi, il Pantheon e la Corte Suprema di Cassazione.

regola aurea
Roma, Il Colosseo

 

Al decimo posto della classifica generale troviamo ancora una città italiana, Milano, con tre location “perfette” o quasi, ovvero la Galleria Vittorio Emanuele II, il Duomo ed il Bosco Verticale.

regola aurea
Milano, Galleria Vittorio Emanuele II

Tredicesima nella classifica generale risulta essere Firenze, città che vanta tre edifici “matematicamente quasi perfetti”, ovvero la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Basilica di Santa Maria Novella e quella del Sacro Cuore.

La Regola Aurea

La Natura l’ha inventata, l’uomo l’ha scoperta e i grafici, gli architetti ed i designer la usano regolarmente nella realizzazione delle loro opere.
La Regola Aurea è un canone di bellezza.
La disposizione delle foglie e delle infiorescenze di alcune piante segue la Regola Aurea; la conchiglia di un particolare mollusco, il Nautilus, segue la Regola Aurea. Persino le galassie a spirale seguono la Regola Aurea, per citare tre esempi di bellezza oggettiva e di perfezione estetica naturale.

La proporzione divina

Bellezza, grazia e armonia. Lo standard per definirle è stato individuato sin dall’antichità nella proporzione Aurea. Questa formula geometrica individua un rapporto specifico tra le parti e l’intero. Il rapporto tra la parte maggiore e l’intero (1,6180339887… ) è detto numero Aureo, costante di Fidia o proporzione divina. L’inverso di tale numero è 0,618…
Molti artisti, nel corso dei secoli, hanno incorporato la sezione Aurea nelle loro opere, ritenendola un gold standard nella perfezione estetica naturale. Anche il volto e il corpo umano posso essere considerati più o meno oggettivamente belli applicandovi le regole del Rapporto Aureo.

regola aurea
Leonardo da Vinci, La Gioconda

Come si è formata la classifica della regola aurea

“Basandosi su questi calcoli lo studio inglese Mortgage Advisor ha dato a 2.400 edifici un “punteggio di bellezza” – spiega Ava May dello studio di comunicazione Verve Search -. Più alto è il punteggio, più gli edifici di una città sono, in media, conformi al Rapporto Aureo. Per ognuna delle 45 città prese in considerazione sono state analizzate le proporzioni del rapporto Aureo degli edifici iconici e quindi, dopo aver scansionato Google Street View, si è calcolato le proporzioni di questi edifici nel contesto dove sono collocati per avere una visione d’insieme”.

Le città più popolari confermate dai social

Per stilare la classifica, lo studio non si è limitato solo alla regola del Rapporto Aureo ma si è affidato anche ad Istagram, analizzando oltre 2 milioni di post che hanno usato sul social l’hashtag [nome della città] + [architettura] per ogni città, ad esempio, #venicearchitettura.
I post che hanno calcolato la popolarità di ciascuna città, sono stati quindi messi a confronto con i risultati del Rapporto Aureo ed è cosi nata la classifica redatta dallo studio inglese. Un’indagine molto particolareggiata: “Abbiamo misurato quanto ogni edificio si adattasse al rapporto Aureo tracciando prima dei punti ad ogni angolo dell’edificio, usando poi un software per calcolare il rapporto tra la lunghezza dei vari lati degli edifici. Queste proporzioni sono state poi confrontate con il rapporto aureo (1:1.618) per vedere quanto bene corrispondessero”, conclude  Ava May.

La donna più bella per la regola aurea: Bella Hadid

Chiunque abbia un’ottima dimestichezza con la matematica potrebbe essere in grado di calcolare, utilizzando la formula del Rapporto Aureo, la bellezza oggettiva del proprio volto o della propria casa.
Nel 2019 la top model Bella Hadid è stata dichiarata la donna più bella del mondo.

Bella Hadid

Il volto della modella è risultato infatti essere al 94,35% “perfetto” rispetto al Rapporto Aureo o proporzione divina.

Claudia Meschini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.