Società +

Giovani in giro per l'Europa. Ecco il pass ferroviario gratuito DiscoverEu

Giovani in giro per l'Europa. Ecco il pass ferroviario gratuito DiscoverEu

Un pass ferroviario gratuito, per la validità di 30 giorni durante i quali viaggiare in tutta Europa.
Potranno averlo 60 mila giovani in età compresa dai 18 ai 20 anni che presenteranno domanda dalle 12 di oggi alle 12 del 26 ottobre su DiscoverEU.

L’Anno europeo dei giovani

Il 2022 è infatti l’Anno europeo dei giovani e per loro la Commissione europea ha lanciato questa iniziativa.
Zaino in spalla e via in giro per il mondo, quindi, con gli amici, creando comunità con altri giovani di altri Paesi attraverso i canali social dedicati all’esperienza di un viaggio indimenticabile.
A poter richiedere il pass ferroviario sono i nati tra l’1 luglio 2001 e il 31 dicembre 2003.
Non solo i diciottenni come inizialmente l’iniziativa, approvata dal Parlamento europeo nel 2018, prevedeva.
La pandemia ha infatti determinato il rinvio delle precedenti edizioni. Per questo motivo, potranno far domanda del pass anche i giovani di 19 e 20 anni.

discoverEu

DiscoverEu per ampliare i propri orizzonti

“Sono molto lieta di aprire questo nuovo ciclo di DiscoverEU e dare a 60 000 giovani la possibilità di scoprire la ricchezza del nostro continente. Sulla scorta della designazione del 2022 quale Anno europeo dei giovani da parte della Commissione, DiscoverEU è tornato più nutrito che mai – ha detto la Commissaria per l’Innovazione, la ricerca e la cultura Mariya Gabriel – A partire da marzo 2022 offrirà ai giovani nuove opportunità di viaggiare in treno, ampliare i propri orizzonti, sviluppare il proprio apprendimento, arricchire le proprie esperienze e incontrare altri giovani europei durante il tragitto.”

60 mila ambasciatori DiscoverEu

Per moltissimi di loro si tratterà del primo viaggio in autonomia, senza i genitori, lungo i binari d’Europa.
Potranno mettersi in gioco misurando la propria indipendenza, approfittare dell’occasione per migliorare la loro conoscenza delle lingue straniere, conoscere nuovi amici con i quali incontrarsi dal vivo e online per condividere le proprie esperienze di viaggio o chiedere consigli su come affrontarlo al meglio.
I partecipanti, infatti, sono invitati a diventare “ambasciatori DiscoverEu” e a usare in questa loro veste i canali social dedicati.

discoverEu

Un boom di mobilità e di opportunità in Europa

“Negli ultimi 18 mesi, in un autentico spirito di solidarietà, i giovani europei hanno sacrificato momenti preziosi e cruciali della loro gioventù – ha dichiarato la vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo Margaritis Schinas -. Mi fa piacere che la Commissione promuova oggi, con i 60 000 pass ferroviari da essa messi a disposizione, un boom della mobilità in Europa. Questo boom della mobilità e delle opportunità in Europa riceverà un ulteriore impulso grazie a Erasmus+ e a molte altre iniziative previste per l’Anno europeo dei giovani, nel 2022.”

Come richiedere il pass

Per richiedere il pass ferroviario, che potrà poi essere utilizzato da marzo 2022 a febbraio 2023, è sufficiente collegarsi al sito DiscoverEu, scrivere il proprio nome e cognome, inserire il numero del passaporto o della carta d’identità nel modulo di domanda online e rispondere a un semplice quiz a scelta multipla che riguarda l’Unione Europea e le sue iniziative per i giovani.
Chi sarà selezionato potrà portare in viaggio con sé fino a 4 amici, a patto che soddisfino le condizioni di ammissibilità: essere nati tra il 1° luglio 2001 (incluso) e il 31 dicembre 2003 (incluso), avere la cittadinanza di uno dei 28 Stati membri dell’Unione europea e una carta d’identità o un passaporto validi dei quali inserire il numero nella domanda.

discoverEu

Valido per tutti i giovani

I giovani con esigenze particolari sono vivamente incoraggiati a partecipare a DiscoverEU.
“La Commissione – si legge nel sito – offrirà loro informazioni e consigli e coprirà le spese necessarie per l’assistenza speciale (accompagnatore, cane da assistenza, ecc.)”.

Solo treno?

Il pass che viene rilasciato è ferroviaro perché scopo dell’ iniziativa è quello di incoraggiare i viaggi sostenibili.
In realtà, però, il pass può funzionare come una sorta di biglietto unico consentendo di utilizzare all’occorrenza anche altri mezzi di trasporto: l’autobus o il traghetto. In alcuni casi, anche l’aereo.
Questo per far sì che possano partecipare anche i giovani che vivono in regioni remote o insulari.

Consuelo Terrin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  giovani