Giornata mondiale dell’ambiente: a Venezia di scena oceani e biodiversità

Piazza San Marco acqua alta

Due giorni di sensibilizzazione contro l’inquinamento ( la Giornata Mondiale dell’Ambiente, venerdì 5 giugno e la World Oceans Day di lunedì 8 giugno), varie iniziative veneziane che promuovono idee e progetti sostenibili che hanno dato un loro contributo anche allo sviluppo economico.
Dagli enti più piccoli alle istituzioni più prestigiose in città sono proposti molti eventi riconducibili al tema ambientale.

Venezia e le sue acque alte

D’altra parte, proprio Venezia, con le ondate di acqua alta eccezionale del novembre scorso e con la stessa anomala acqua alta della serata di  giovedì 4 giugno si fa emblema dell’allarme lanciato dagli scienziati di tutto il mondo.

Venezia, acqua alta 4 giugno 2020
Venezia, acqua alta 4 giugno 2020

Il 75% dell’ambiente terrestre e il 66% di quello marino, secondo il rapporto globale sulla biodiversità dell’Ipbes cell’Onu, sono stati modificati in modo significativo.
L’acqua alta che alle 22.35 del 4 giugno 2020 ha toccato i 115 cm rappresenta infatti uno degli  eventi testimoni di questa evoluzione. Nella storia solo due volte è accaduto che la città raggiungesse questa quota nel mese di giugno. La prima il 6 giugno 2002. La seconda il 16 giugno 2016.

Dalla laguna agli oceani

Fra gli eventi dedicati all’ambiente figura Messy Studio, l’incontro digitale organizzato da Ocean Space, il primo centro di ricerca dedicato agli oceani che, a Venezia, ha sede nella Chiesa di San Lorenzo, nel Sestiere di Castello. Si tratta di una serie di incontri che coinvolgono scienziati, artisti, gruppi governativi e della società civile “con l’obiettivo di creare nuovi percorsi di azione e nuovi immaginari per l’oceano“.

Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente l’appuntamento è per le ore 18:00 per affrontare il tema “Aquapolitics along the Gulf Stream”.
Ma sarà fissato per l’8 giugno l’appuntamento clou dedicato agli oceani, in particolare all’Atlantico e al Pacifico.
L’evento in programma per il World Oceans Day è così “Panama, la Corrente del Golfo e l’Europa”, con ospite Jeremy Jackson, ecologista e paleobiologo americano di fama internazionale.
Il programma sarà trasmesso in livestreaming su Ocean Archive e tramite diretta facebook sui profili di Ocean Space e di TBA21–Academy.

Perché delle giornate dedicate all’ambiente e agli oceani?

Queste ricorrenze, così attuali nel pensiero e nelle tematiche, hanno in realtà radici più vecchie e radicate nella storia dell’ultimo secolo.
La Giornata Mondiale dell’Ambiente ha avuto inizio nel 1974, anche se la dichiarazione ufficiale risale a due anni prima. Questa ricorrenza ricorda l’istituzione del Programma delle Nazioni Unite che, per la prima volta, prese allora una posizione forte e decisa per la difesa del pianeta.
Alla 46° edizione, assistiamo all’evoluzione di questo tema, ora più che mai sentito.
La Giornata Internazionale degli Oceani, istituita nel 2008, è invece più recente ma non meno partecipata.

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: