Fondo solidarietà: 60 progetti al via

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro

“Avevo fatto una promessa in campagna elettorale e sono felice oggi di onorarla”.
Ha esordito così, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro introducendo la conferenza stampa durante la quale sono stati forniti i dettagli di come sarà distribuito circa mezzo milione di euro messo a disposizione delle associazioni di volontariato.
La sostanziosa cifra arriva dall’accantonamento dello stipendio del primo cittadino dal 2015 al 31 maggio 2020 (383.376 €), dall’aggiunta di circa altri 50 mila euro per i mesi durante i quali durerà il mandato fino alle elezioni se si terranno entro settembre, da ulteriori 62 mila euro derivanti dal contributo dei consiglieri e del presidente del Consiglio comunale e dai 28.900 euro del consigliere Paolo Pellegrini, che come il sindaco ha devoluto il proprio stipendio.

60 i progetti selezionati

Le risorse attribuite sulla base dei progetti presentati
Il totale è stato destinato, attraverso un apposito bando, a 60 associazioni che operano sul territorio del comune di Venezia sulla base di specifici progetti valutati da una commissione tecnica.
30 di queste saranno finanziate per un tetto massimo di 13 mila euro per spese di investimento.
Le altre 30 per un massimo di 7 mila euro per spese di attività.
A partecipare sono state 150 associazioni. Le 60 saranno finanziate subito, con il 50% dell’importo erogato alla consegna della documentazione e il resto con il deposito dei contrassegni di pagamento dei mezzi o dei servizi previsti dal rispettivo progetto.
Altre potranno rientrare a chiusura di mandato, beneficiando della differenza delle somme accantonate dal 31 maggio 2020 alle elezioni.

Operatori della Croce verde premiati dal sindaco Brugnaro

Venturini: “Una delle più grandi manovre di supporto al volontariato”

“Le risorse messe in campo rappresentano una delle più grandi manovre di supporto al volontariato degli ultimi 15 anni – ha rilevato l’assessore alla Coesione Sociale Simone Venturini – Un bando così vasto non si era mai visto e sono arrivati tantissimi progetti, tutti di grande valenza. Il gesto non scontato, non banale e nemmeno piccolo del sindaco Brugnaro avrà grazie a questi progetti un effetto di moltiplicazione del bene sul territorio perché i progetti presentati  riguardano per lo più l’acquisto di mezzi di soccorso e di trasporto e l’attivazione di servizi fondamentali per i cittadini che ne hanno più bisogno”.

I primi tre progetti

Tutti i progetti, e i relativi beneficiari, saranno pubblicati sul sito del comune.
Nel dettaglio sono stati presentati invece durante la conferenza stampa i progetti delle prime tre associazioni della graduatoria.
Si tratta dell’acquisto di un nuovo pulmino per la sezione veneziana di U.N.I.T.A.L.S.I Triveneta,  centenaria associazione di volontariato dedita alla cura e all’accompagnamento di pellegrini, disabili, anziani, giovani e bambini ammalati; dell’investimento su un mezzo di trasporto avanzato per sangue e organi di Croce Verde,  dell’attivazione di un ulteriore servizio di accompagnamento di malati oncologici verso le strutture ospedaliere oltre che della costituzione di gruppi di aiuto per AVAPO Mestre.

Paolo Sottovia di AVAPO
Paolo Sottovia di AVAPO

Realtà solide, che non hanno mancato di ringraziare per “l’atto di concreta generosità del sindaco –ha detto Paolo Sottovia, di AVAPO – che consente ad associazioni come la nostra di migliorarci e di offrire maggiori servizi sul territorio”.
“Credo sia una cosa eccezionale, forse unica in Italia, il fatto che un primo cittadino destini interamente il suo stipendio a realtà come le nostre –ha sottolineato Maurizio Ceriello, della Croce Verde – Abbiamo passato momenti davvero impegnativi e difficili, dapprima con l’acqua alta di novembre, poi con l’emergenza sanitaria. Ora possiamo mettere in campo una risorsa estremamente importante quale il mezzo avanzato per il trasporto degli organi che acquisteremo. Da oggi – ha concluso – abbiamo un volontario in più: il sindaco”.

Gli altri progetti

Tra gli altri progetti finanziati, l’allestimento di una barca per ragazzi disabili da parte della Lega Navale Italiana, l’installazione di un impianto di aria condizionata nelle strutture dei Volontari del Fanciullo, che potranno quindi offrire le loro attività per ragazzi che provengono da famiglie difficili anche d’estate. E poi ancora l’allestimento di un’ambulanza con pupazzi e clown che porteranno gioia e animazione ai bambini in corsia e l’acquisto di un mezzo per il trasporto refrigerato di biscotti per Anffas  Mestre Onlus, che per autofinanziarsi inizierà la produzione distribuendoli tra i panifici del territorio.

 

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: