Arte e Cultura +

In Emilia Romagna il primo Village StreetArt Festival

In Emilia Romagna il primo Village StreetArt Festival
Parma - Murales via Venezia, Ph. Elisabetta Elisabetta Bertoncelli Visit Emilia

In Emilia Romagna alla scoperta di arti visive, street art e murales tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia

Che l’Emilia Romagna sia territorio per buone forchette si sa. Forse però non a tutti è noto che questa regione dagli apprezzati aspetti enogastronomici e paesaggistici è anche la casa della Street Art o Arte Urbana.
Quella cioè che si realizza con bombolette spray, adesivi artistici, arte normografica, proiezioni video, sculture e che colora le città.
Sparsi per il territorio di questa regione infatti ci sono veri e propri affascinanti musei a cielo aperto.

Le opere autorizzate che colorano le città

Nata come fenomeno di nicchia agli inizi degli anni ’80, con l’avvento del nuovo millennio la Street Art è esplosa per le strade di molte città italiane in tutte le sue declinazioni. Oggi è diventata uno strumento per rileggere le realtà urbane togliendo il grigiore e trasformando alcuni spazi cittadini in gallerie d’arte sotto il cielo. Girovagando per le città dell’Emilia Romagna è abbastanza facile imbattersi in opere murarie capaci di attirare la nostra attenzione. E che, contrariamente ad altri posti, sono autorizzate.

Parma – Murales di Alessandro canu, Ph. Elisabetta Bertorelli Visit Emilia

A Parma, infatti, un regolamento comunale consente di promuovere la realizzazione di murales su spazi pubblici e privati come espressione di valorizzazione culturale e turistica e di riqualificazione degli ambienti urbani. Quest’anno sono stati istituiti i cosiddetti “Muri Liberi”.
Si tratta di appositi spazi a disposizione degli artisti per incentivarli a produrre le loro opere favorendo l’uso di colori che assorbono CO2. Così, sono molte le opere che si possono vedere passeggiando nel quartiere di Oltretorrente. Tra questi anche un presunto Banksy.
In provincia di Parma,il paese di Sesta, nel Comune di Corniglio è completamente dipinto con opere del pittore Madoi, anche con ritratti di personaggi famosi da Sophia Loren a Pierpaolo Pasolini.

streetArt
Murales forse attribuibile a Banksy, credit Fondazione Francesca Cavalca

Il “Fidenza Village StreetArt Festival”

Rimanendo in provincia di Parma fino al 23 giugno è in corso il primo Festival phigital (integrazione tra il mondo fisico e digitale, ndr) di Street Art in Italia.
Coinvolge tredici artisti italiani e internazionali di altissimo livello che creano nel villaggio dello shopping una piattaforma espositiva di murales tutti da vivere. Gli artisti stanno portando a termine opere fisiche e opere digitali NFT, veri e propri pezzi unici di arte digitale da collezione i cui proventi saranno devoluti alla Onlus Make-A-Wish®, un’associazione benefica che ha l’obiettivo di realizzare i desideri di bambini affetti da gravi patologie.
Si potranno ammirare 10 grandi murales tra cui, per citarne alcune, le rappresentazioni poetiche e oniriche di Seth popolate da bambini; il mondo dei fumetti di Sara Pichelli ; la natura e gli animali di Lucamaleonte; l’astrattismo di Giulio Vesprini e le coloratissime illustrazioni di Karan Singh.

streetArt
Dettaglio Mucchio di tigri Lucamaleonte

La Street Art a Reggio Emilia e Piacenza

Reggio Emilia, città di arte contemporanea, è particolarmente ricca di murales.
Tra questi, particolarmente interessanti sono la grande opera “Come se piovessedi Daniele Castagnetti e Hang alla biblioteca di San Pellegrino e il murales “Ubuntu” dello stesso Castagnetti realizzato in occasione del centenario della nascita di Nelson Mandela.
Al campione dei Los Angeles Lakers Kobe Bryant, cresciuto a Reggio Emila, e a sua figlia Gianna, entrambi scomparsi in un tragico incidente, è dedicato il grande murales nel campetto del parco il Noce, il campo di basket più frequentato della città. C’è poi il murales dedicato ai diritti umani creato da tantissimi ragazzi reggiani su diverse mura tra via XX settembre e largo Marco Gerra e quello di Casa Manfredi a Villa Sesso, uno tra i più noti della città. Una variegata urban gallery è anche le “Reggiane”, area industriale dismessa oggi luogo di storie di Street Art.

streetArt
Murales Kobe, parco del Noce, Reggio Emilia, foto di Elisa Rozzi, credit Visit Emilia

Spostandoci a Piacenza, uno splendido murales è quello realizzato sulla facciata del complesso dell’ex convento di Santa Chiara da Toni Cuboliquido, mentre sono dedicati a Dante le due opere che dipingono il lungo muro di 80 metri che parte dall’inizio di piazzale Milano fino in viale Risorgimento. Autori sono i due street artist piacentini fabio Guarino e Antonio Catalani. In provincia di Piacenza, a Bersani, numerosi dipinti sulle case raggigurano alcune delle più celebri fiabe tradizionali tra cui Pinocchio, Cappuccetto Rosso, Alice nel paese delle meraviglie, Peter Pan, Hansel e Gretel, il Pifferaio Magico.

Silvia Bolognini

Un commento su “In Emilia Romagna il primo Village StreetArt Festival

  1. vital female fifty

    Gli artisti realizzeranno opere fisiche e opere digitali NFT e si esibiranno anche in live painting performance. StreetArt Festival andr anche oltre i confini del Villaggio. Alcuni artisti realizzeranno opere anche a Parma e Reggio Emilia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  street art