Arte e Cultura +

Il Colosseo avrà una nuova arena tech

Il Colosseo avrà una nuova arena tech
Female traveler watching over the Colosseum in Rome, Italy

Il Colosseo, una delle sette meraviglie del mondo, è pronto per il restyling.
Dal 2023 il più “complesso apparato scenografico dell’antichità” sarà più green e più tech.
La sua arena, infatti, sarà pavimentata con pannelli in fibra di carbonio rimovibili.
Questo consentirà al più grande monumento di Roma di ritornare a essere a tutti gli effetti un anfiteatro.
Così come durante l’impero ospitava i combattimenti dei gladiatori e le rappresentazioni teatrali, ora potrà ospitare grandi e importanti eventi internazionali.

Si comincerà in modo simbolico il prossimo 29 luglio, con l’arena ancora non ricostruita, quando l’anfiteatro sarà aperto per uno spettacolo al quale parteciperanno i ministri della cultura del G20.

Colosseo Rendering
Colosseo Rendering

Questo progetto rappresenta “un passo avanti verso la ricostruzione dell’arena – ha dichiarato il ministro dei beni culturali Dario Franceschini – Aiuterà la conservazione e la tutela delle strutture archeologiche recuperando l’immagine originale del Colosseo e restituendogli anche la sua natura di complessa macchina scenica”.

Il progetto

La nuova arena dell’Anfiteatro Flavio sarà reversibile e sostenibile.
Il progetto vincitore sarà una vera e propria macchina scenica con un nuovo piano di calpestio composto da pannelli mobili realizzati in fibra di carbonio e rivestiti in legno di Accoya, un materiale “che si ottiene attraverso un processo di acetilazione delle fibre del legno” per aumentarne la resistenza ma anche la durata.
Le travi poggeranno direttamente sulle strutture murarie ma senza ancoraggi meccanici e questo per rendere la struttura il meno invasiva possibile e per esser in grado in ogni momento di “smontare tutto” e ripristinare la situazione iniziale, ovvero quella che oggi vediamo.

L’arena traslante

E’ previsto un complesso meccanismo di rotazione e traslazione dei pannelli di cui si compone la piattaforma, consentendo sia di mantener integra la visuale dei sotterranei, sia la loro importante areazione e illuminazione.

Sistema pannelli mobili Colosseo
Sistema pannelli mobili Colosseo

Lungo il perimetro del monumento saranno infatti distribuite 24 unità di ventilazione meccanica che controlleranno l’umidità e la temperatura degli ambienti sotterranei. In 30 minuti garantiranno il ricambio completo dell’intero volume d’aria.
Il piano servirà anche per proteggere le strutture sottostanti dagli agenti atmosferici, riducendo così il carico con un sistema di raccolta e recupero dell’acqua piovana che alimenterà i bagni pubblici del monumento.

Il percorso

L’arena del Colosseo rientra dal 2015 tra i Grandi Progetti Beni Culturali..
Vincitore del bando di gara, per un finanziamento di 18,5 milioni di euro è risultato lo studio Milan Ingegneria di Venezia.
La nuova arena sarà impostata alla quota del piano Flavio.
“È un progetto straordinario, di cui ha parlato tutto il mondo – ha detto ancora il ministro Franceschini – Io credo sia un insieme di tutela e conservazione intelligente e tecnologica. L’arena sarà reversibile, si potranno vedere i sotterranei. La si potrà calpestare stando al centro del Colosseo, vedendo il Colosseo come l’hanno visto tutti i viaggiatori fino alla fine dell’Ottocento”.

Valentina Rossi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  colosseo