Economia +

Bonus trasporti: già arrivate 1,2 milioni di richieste

Bonus trasporti: già arrivate 1,2 milioni di richieste
Treno FrecciaRossa

La piattaforma aperta nella prima settimana di settembre. Ecco come presentare la domanda

www.bonustrasporti.lavoro.gov.it.
Da qualche giorno a questa parte, è questo il sito che registra un incessante numero di accessi in Italia. E’ stato attivato a inizio settembre ed è la piattaforma che consente di richiedere di beneficiare del bonus introdotto dal governo per agevolare tutti coloro che, per raggiungere il proprio posto di lavoro, la scuola o comunque muoversi in città, utilizzano i mezzi pubblici.
Le risorse messe in campo ammontano a 180 milioni di euro e sono destinate a coloro che rientrano nella fascia di reddito fino a 35 mila euro.
Che non si sono fatti attendere. Appena avuto notizia dell’apertura del portale, gli italiani si sono collegati alla piattaforma digitale aggiudicandosi un contributo fino a 60 euro per acquistare un abbonamento mensile.

Un bonus con un duplice obiettivo

«É un risultato molto incoraggiante ed è la prova che la misura funziona ed è apprezzata – ha commentato il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, -. Per questo che mi auguro che possa essere rafforzata, prevedendo ulteriori risorse, o resa strutturale dato che si tratta di un aiuto sia per le persone economicamente più fragili che fanno i conti con l’aumento del prezzo del carburante sia per l’ambiente, perché sposta sul trasporto pubblico locale chi utilizza mezzi privati».

Il bonus che vale su gomma, ferro e acqua

Il bonus pUò essere usato per acquistare un abbonamento annuale, beneficiando in questo modo, di due o anche tre mensilità, o mensile.
Può essere pari al 100% di quanto speso con un limite massimo di 60 euro per ciascun beneficiario e deve essere utilizzato entro il 31 dicembre.
Vale su gomma, ferro e acqua. Sul trasporto ferroviario non vale per i servizi di prima classe, executive e business.
Occasione per incentivare l’uso del trasporto pubblico locale, il bonus rientra nel Dl Aiuti  e può essere utilizzato con un solo gestore.
L’intento è quello di renderlo strutturale, avviando anche in Italia, come già avviene in Spagna e Germania, una politica di netto abbattimento dei costi per il trasporto pubblico, in modo tale che la domanda si sposti verso quest’ultimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.