fbpx

Bagno di folla per l’apertura della Mostra del Cinema.

Oggi il Leone d’Oro alla Carriera al regista Pedro Almodovar

 

Una parata di star, l’atteso arrivo al Lido di Brad Pitt già in mattinata,  tanto pubblico.
Si è ufficialmente aperta ieri la 76 esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia.
Un bagno di folla ha atteso per qualche ora l’inizio della cerimonia di apertura, iniziata di fatto con l’arrivo della madrina del Festival Alessandra Mastronardi.
Acclamata dai fotografi e dai tanti fans accalcati per immortalare la sua passerella sul red carpet, l’attrice, sorridente ed emozionata, ha salutato gentile come sempre il suo pubblico stretta nel suo abito da sirena.

 

La madrina del Festival Internazionale del Cinema di Venezia Alessandra Mastronardi mentre sfila sul red carpet

 

 

A fare gli onori di casa, invece, il Presidente della Biennale Paolo Baratta, che non ha potuto non ricordare l’assenza “per i noti impegni istituzionali” del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  A rappresentare il Governo, il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli.
Presenti in sala, per la proiezione del film di apertura del Festival, La vérité (The Truth), diretto da Kore-eda Hirokazu, il Presidente della Regione Luca Zaia, il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e una nutrita rappresentanza della giunta comunale.

Tra loro, Catherine Deneuve, Juliette Binoche ed Ethan Hawke, gli interpreti principali di The Truth, accolti da uno scroscio di applausi che sono ripresi, calorosi, al termine della proiezione. La serata si è conclusa per i mille invitati del Festival con la cena vip che, come oramai da tradizione, si è tenuta nella struttura appositamente allestita nella spiaggia dell’Hotel Excelsior.

Oggi, la consegna del Leone d’Oro alla Carriera al regista, sceneggiatore e produttore cinematografico spagnolo Pedro Almodovar.
Il maestro, salito sul palco, ha ringraziato tutte le sue attrici chiamandole una per una e condividendo quindi con loro onori e gioia.

Il momento della consegna del Leone d’Oro alla Carriera a Pedro Almodovar

 

Da oggi, iniziano le proiezioni degli oltre cento film in programma. Tre gli italiani in gara: Il Sindaco del rione Sanità di Mario Martone, Martin Eden di Pietro Marcello e La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco.

L’edizione 2019 del Festival si caratterizza per la prima volta nella storia della Mostra per una grande produzione veneta.
Tra i film e i documentari “di casa” che saranno proiettati in anteprima mondiale figurano #Nico 63, del regista Paolo Lirussi, interpretato dall’attore veneziano Andrea Pergolesi, Effetto Domino, del regista Alessandro Rossetto, interpretato dall’attrice e cantante Maria Roveran, Mio fratello rincorre i dinosauri, opera prima del regista Stefano Cipani, Il pianeta in mare, del regista padovano Andrea Segre, e Bassil’ora, della regista Rebecca Basso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Potrebbe interessarti anche: