Arte e Cultura +

Arte Laguna Prize: l’arte raggiunge il territorio

Arte Laguna Prize: l’arte raggiunge il territorio

Partite le mostre diffuse in tutto il Veneto delle opere selezionate dal premio veneziano

La prima, lo scorso 26 marzo, è stata Villa Rechsteiner di Oderzo, nel Trevigiano, seguita la settimana successiva, dal Castello di Thiene, nel Vicentino.
Presto saranno comunque inaugurate in tutte e 10 le prestigiose location, sparse in tutto il Veneto, che ospiteranno, fino a fine anno, le esposizioni di una selezione delle opere della 14^ e 15^ edizione dell’Arte Laguna Prize.
Opere di arti visive, performative, multimediali, paesaggistiche e digitali
che per la prima volta escono dagli esclusivi spazi dell’Arsenale di Venezia per andare incontro al pubblico. 
Dopo Oderzo, Thiene e lo spazio Thetis dell’Arsenale, dunque, il prossimo taglio del nastro sarà a Villa Roberti di Brugine, nel Padovano, il 24 aprile. E poi, una a settimana, Villa San Liberale di Feltre, nel Bellunese, il 30 aprile, Villa Montruglio di Barbarano-Mossano (VI), l’8 maggio e la vicentina Villa Valmarana, il 14 marzo.
È freschissima di conferma anche la data di sabato 21 maggio per Villa dei Cedri, nel sito Unesco del Prosecco.

 

Al momento, restano da definire le date di inaugurazione delle mostre a SelvArt di Mezzaselva, nel Vicentino, e della sede trevigiana di Confcommercio. “Trattandosi di sedi prevalentemente all’aperto – spiega Gallon – l’accesso alle inaugurazioni è libero e gratuito senza bisogno di prenotazione. Questa è invece richiesta in occasione degli eventi con pranzo o aperitivo di benvenuto, per i quali è richiesto anche un piccolo contributo”.

I progetti di Arte Laguna Prize

La fondatrice del premio veneziano è soddisfatta della risposta che sta arrivando da questo allargamento territoriale di Arte Laguna Prize.
“Il riscontro – afferma – è stato ottimo anche da parte del pubblico. E siamo soddisfatti anche noi, perché abbiamo trovato nei proprietari delle location delle persone molto collaborative e ospitali. Del resto, sono stati direttamente loro a venire alla mostra di Venezia a scegliere le opere. E ne avrebbero volute anche di più”.
L’idea di questa edizione speciale 2022, spiega Laura Gallon, del resto nasce dalla volontà di “diffondere anche nel territorio, una volta mostrate a Venezia, le opere selezionate per il premio”. “I padroni di casa – prosegue – offrono inoltre, accanto all’opportunità artistico-culturale, anche l’occasione di incontri in cui apprezzare il buon cibo e il buon vino, magari prodotto da loro. La nostra intenzione, per il 2023, è allora quindi quella di allargare il circuito di mostre diffuse”.

arte laguna

La 17^ edizione del premio

È intanto in corso la 17^ edizione di Arte Laguna Prize, cui è possibile iscriversi fino al 30 novembre.
Nei primi mesi del prossimo anno avverrà quindi, da parte della giuria, la selezione delle opere.
Quelle dei finalisti saranno esposte all’Arsenale di Venezia dall’11 marzo al 16 aprile 2023, insieme alle opere selezionate per la 16^ edizione dello stesso premio internazionale di arte contemporanea, creato per dare l’occasione ai talenti dell’arte di emergere e farsi notare dal grande pubblico e dalla giuria, composta da importanti nomi del panorama artistico contemporaneo.

Alberto Minazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.