Società +

Venezia risposa il suo mare. Festa della Sensa 2022

Venezia risposa il suo mare. Festa della Sensa 2022
L'imbarcazione Serenissima in corteo

Si rinnova, domenica 29 maggio, nel capoluogo lagunare lo “Sposalizio del Mare” con il passaggio dell’anello dogale alla città ucraina di Odessa

Tra le numerose ricorrenze che ogni anno a Venezia hanno per protagonista l’acqua, le imbarcazioni tipiche lagunari e una partecipazione di migliaia di persone, una tra le più significative per la storia della città è la Festa della Sensa, che si celebra nel giorno dell’Ascensione del Signore.
In questo giorno Venezia rinnova, con il rito dello “Sposalizio del Mare”, il suo indissolubile legame con l’acqua rivivendo così la millenaria storia della Serenissima Repubblica, che la vide protagonista sui mari in innumerevoli vicende.

Lo “Sposalizio del Mare” e il “Gemellaggio Adriatico”

Quest’anno la ricorrenza della “Festa della Sensa” coincide con la terza edizione del Salone Nautico che si svolgerà dal 28 maggio al 5 giugno in Arsenale, cuore dell’arte navale della Serenissima dove fu costruito il Bucintoro, l’imbarcazione dogale che veniva usata per le celebrazioni più importanti.
Quest’anno il primo cittadino di Venezia Luigi Brugnaro ha deciso che sarà Odessa a ricevere l’anello dogale del Gemellaggio Adriatico.
La Città ucraina sarà rappresentata dal sindaco Gennady Trukhanov, in collegamento video e dall’ambasciatore ucraino in Italia Yaroslav Mclnyk.
La cerimonia è prevista alle 9.30 di domenica 29 maggio con lo scambio dell’anello ai Giardini Reali di San Marco al quale seguirà la partenza del corteo acqueo a seguito della “Serenissima” che assume le veci del Bucintoro.

A bordo ci saranno 18 vogatori dell’equipaggio della remiera di Portosecco e le autorità civili, militari e religiose. Alle 10.30 si celebrerà lo “Sposalizio del Mare” con la tradizionale cerimonia del lancio dell’anello benedetto nelle acque davanti alla chiesa di San Nicolò del Lido, patrono dei naviganti.
Alle 11.00, il Patriarca Francesco Moraglia celebrerà la Santa Messa.

Il rito dell’anello

Il rito dell’anello ha origini antiche. Risale a quando Papa Alessandro III e l’imperatore Federico Barbarossa siglarono a Venezia nel 1177 un trattato di pace ponendo così fine a un lungo periodo di scontro tra Papato e Impero.
Il Doge al tempo era Sebastiano Ziani (1172-1178), il grande trasformatore urbanistico di Piazza San Marco e per la sua mediazione il Papa allora donò un anello alla Città di Venezia benedicendola come Regina dei Mari, riconoscendola così come terza potenza europea tra Papato e Impero.
Venezia celebrò per secoli l’importante ricorrenza di quella firma con un corteo di imbarcazioni di ogni tipo che avanzavano verso San Nicolò al Lido comandate dal Bucintoro, la nave di stato della Serenissima per celebrare lo “Sposalizio del Mare”.
Anche oggi la Festa vede la partecipazione di un corteo acqueo ufficiale e di uno della cittadinanza che sfila al seguito verso la bocca di porto del Lido dove si svolge il rito.
A far da corollario alla Festa della Sensa, tante iniziative complementari come il corteo dogale in Piazza San Marco, le regate competitive, la Festa al Forte di Sant’Andrea e il Mercato della Sensa a San Nicolò.

Venezia

Storia della Sensa

La “Festa della Sensa” o dell’”Ascensione” si celebra sempre nel giorno dell’Ascensione di Cristo e commemora due momenti storici di Venezia: il trattato di pace del 1177 e l’aiuto della città alle popolazioni dalmate (9 maggio 1000) minacciate dagli Slavi. Dopo decenni di oblio in cui sparì dal calendario lagunare, a partire dal 1965 la Sensa riacquisì la sua importanza che ancora oggi la vede tra le ricorrenze più significative di Venezia.
Una curiosità? Quello dell’Ascensione, insieme al giorno dell’Epifania, è l’unico momento in cui chi lo desideri può ammirare a partire dalle 12.00 la sfilata delle statute dei Re Magi in uscita dalla facciata della Torre dell’Orologio (Dei Mori) in Piazza San Marco. Ogni ora un angelo con la tromba comanda la processione di statue lignee settecentesche.

Silvia Bolognini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.