“La bellezza ci unisce”: il video omaggio alla città di Venezia

La bellezza non è un concetto astratto e non è solo negli occhi di chi la guarda.
Ci sono bellezze che rispondono a parametri universali e, anche se risulta comunque difficile definirle, si possono quantificare. La misura?
Il grado di appagamento che ne traiamo, il nostro sentire nel momento in cui si catapultano nella parte più emozionale del nostro cervello, aprendo il nostro cuore superando ogni reticenza.
Quanto è bella Venezia?
Tanto da riuscire a esprimere tutta la sua energia e la sua spinta verso la rinascita proprio nei suoi giorni più tristi.

Un frame tratto dal video “La bellezza ci unisce”

La bellezza ci unisce

Immortalata dalle suggestive immagini del video “La bellezza ci unisce”, realizzato da Marco Ferro, manager dell’agenzia di consulenza e pianificazione strategica “Quanto basta” in collaborazione con la casa di produzione Controcampo e accompagnata dal canto struggente del tenore Cristian Ricci, riesce a dare anche un’altra qualità alla sua particolare bellezza: quella di essere universale.

Il tenore Cristian Ricci mentre interpreta la “Turandot” di Giacomo Puccini

Come lo è la musica di Puccini, che nel video guida lo sguardo lungo gli angusti canali deserti  di Venezia aprendo poi il cuore con le sue spettacolari vedute dall’alto registrate da un drone su San Marco, su Punta della Dogana e sulla Basilica della Madonna della Salute.

Un frame tratto dal video “La bellezza ci unisce”

“Come la principessa di ghiaccio della Turandot, Venezia si è mostrata nella sua essenza ancora più bella di come la conosciamo -dice Marco Ferro, rilevando il suo stesso stupore nel ritrovarla così nei giorni deserti del lockdown – Ho visto una bellezza svelata che non pensavo ci fosse più e credo che questo sia un monito che ci obbligherà a vivere la nostra città in maniera diversa, con più amore”.
Un messaggio che si vorrebbe arrivasse a tutti.

"La bellezza ci unisce" video
Un frame di San Marco tratto dal video “La bellezza ci unisce”

Un omaggio alla città

Il video è infatti un omaggio alla città. Caricato su youtube, sta girando in modo virale, ottenendo consensi e risvegliando emozioni.
All’inizio del terzo atto della romanza di Giacomo Puccini Calaf, come tutti noi in questo momento di restrizioni, attende il sorgere del nuovo giorno, quando finalmente potrà conquistare l’amore di Turandot, la principessa di ghiaccio. E il suo canto “Tu pure, o Principessa/ nella tua fredda stanza/ Guardi le stelle/ che tremano d’amore e di speranza”, è oggi un canto corale.
E’ per questo che il video porta il titolo di “La Bellezza  ci unisce”.
Nell’ amore verso una città che anela alla rinascita e nella speranza che, con la sua bellezza, possa presto farci cantare finalmente “all’alba Vincerò!”

Il Gonfalone di Venezia

3 commenti su ““La bellezza ci unisce”: il video omaggio alla città di Venezia”

  1. Inge Pritzkow

    20 anni fa ero a Venezia per la prima volta e la città mi ha subito affascinato. Vivo a Eraclea da 10 anni e Venezia non ha perso nulla del suo fascino. Il post è meraviglioso e così commovente che ho dovuto piangere un po’. Grazie mille per questo video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Potrebbe interessarti anche: