“Venezia in Classe A”: riconoscimenti veneziani per la mobilità urbana green

Monopattini

 Presto un nuovo bando per piccole aziende e singoli professionisti per servizi di sharing mobility

Biciclette classiche o a pedalata assistita, monopattini e auto elettriche. Car sharing o altri mezzi. Purchè si tratti di muoversi all’insegna del green. L’obiettivo è quello di arrivare a una mobilità dei pendolari sempre più sostenibile. Per questo il Ministero dell’Ambiente ha finanziato un concorso per un totale di 64 mila euro destinati a progetti che vadano in questa direzione. Il bando casa-lavoro “Venezia in Classe A” ha dato ufficialmente il via, a Mestre, alla “settimana europea della mobilità sostenibile” con la premiazione di 5 aziende del territorio che hanno presentato progetti volti a ridurre le emissioni nocive in atmosfera. 

Bike Sharing Venezia
Bike Sharing Venezia

A sostegno della mobilità green

OVS S.p.A., Agenzia delle entrate – Direzione Regionale del Veneto, Save S.p.A., Ulss3 Serenissima, Trenitalia. Sono queste le 5 aziende che si sono aggiudicate un contributo economico per incentivare la mobilità sostenibile dei pendolari nell’ambito del bando casa-lavoro. Il concorso destinato ad aziende o enti con più di 300 dipendenti in un’unica sede o 800 dipendenti in più sedi sul territorio comunale, ha visto il coinvolgimento di 17 aziende tra le quali sono stati selezionate le vincitrici. I progetti presentati dovevano seguire due direttrici: buoni mobilità e azioni previste per spostamenti casa-lavoro. Ciascuna proposta presentata è stata concordata tra le aziende partecipante e i loro dipendenti.

«Questo è uno degli aspetti – sottolinea il Responsabile  Servizio Ricerca Fonti di Finanziamento, Progettazione, Gestione e Rendicontazione Progetti Nazionali del Comune di Venezia Giuseppe Mella – che ha permesso di vincere questo finanziamento ministeriale per aziende virtuose che cercano di rispondere alle diverse domande di mobilità delle persone. Si tratta del primo bando su questo tema. Le aziende vincitrici dovranno poi rendicontare l’impiego del contributo ricevuto e comunicare i vantaggi derivanti dalla messa in pratica delle loro azioni per l’ambiente.  Per quanto riguarda le piccole e medie imprese, ma anche per le aziende individuali  e singoli professionisti è prevista nei prossimi mesi la pubblicazione di un nuovo bando di 16 mila euro per servizi di sharing mobility».

OVS prima in classifica per “Venezia in classe A”

In particolare ad OVS, prima classificata, sono stati assegnati 16 mila euro per consentire ai propri dipendenti di usufruire di 245 euro per l’acquisto di beni a sostegno della mobilità sostenibile.
Il buono, composto da 100 euro di cofinanziamento ministeriale e 145 a carico dell’azienda permetterà l’acquisto di biciclette classiche o elettriche, monopattini, abbigliamento e accessori per muoversi all’insegna del green. 48 mila euro sono invece destinati a cofinanziare azioni di Mobility Management. Sempre ad Oviesse sono destinati altri 10 mila euro. La metà di questa somma sarà utilizzata per realizzare un locale spogliatoio con bagni e servizi docce a disposizione di chi si reca al lavoro in bicicletta o altri mezzi sostenibili. Con i restanti 5 mila euro sarà allestita una colonnina di ricarica per biciclette elettriche.

Le aziende premiate per il bando casa-lavoro “Venezia in classe A”

Gli investimenti di Ulss 3 Serenissima

Ulss 3 Serenissima, alla quale sono destinati 18 mila euro, realizzerà un parcheggio custodito per le biciclette dei propri dipendenti, un bicipark per i cittadini che si recano all’Ospedale dell’Angelo, colonnine per la ricarica di veicoli elettrici e lo sviluppo di un’app per promuovere mezzi alternativi all’auto propria.

Bike Sharing Venezia
Bike Sharing Venezia

Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale del Veneto e Save S.p.A. hanno a disposizione un contributo di 5 mila euro ciascuna per la realizzazione di una piattaforma software per un sistema di car-pooling, la mobilità di trasporto condiviso privata gestita con una app.
Infine Trenitalia riceverà un contributo di 10 mila euro per una colonnina per auto elettriche per le sedi di Venezia e Marghera.

Emissioni zero, mobilità green per tutti

L’insieme dei progetti di mobilità sostenibile proposti dalle 5 aziende vincitrici del bando permetterà di ottenere una riduzione annua di CO2 stimata in 750 tonnellate complessive. L’iniziativa coinvolgerà 5.500 dipendenti. Il progetto “Venezia in Classe A” è finanziato con un milione di euro dal Programma Sperimentale di Mobilità Sostenibile casa-lavoro e casa-scuola del Ministero dell’Ambiente. Come ogni anno la settimana europea della mobilità, che si concluderà il 22 settembre, promuove attività, approfondimenti e sperimentazioni per spostarsi in modo sempre più ecologico ed efficiente.

autobus elettrico
Autobus elettrico in funzione al Lido di Venezia

Il tema di quest’anno, per tutta l’Europa, è “Emissioni Zero, mobilità per tutti” e riflette l’ambizioso obiettivo di un continente che punta a diventare “Carbon Neutral” entro il 2050. Il Comune di Venezia in questi ultimi anni ha investito con particolare attenzione proprio sul tema della mobilità pulita e per tutti con i nuovi bus elettrici al Lido, vaporetti ibridi, bike sharing e monopattini, car sharing e auto elettriche.

Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: