“The Guardian” : M9 tra i migliori 12 Musei in Europa

Architettura Esterna Museo M9 - PH© Alessandra Chemollo

 “Un approcio diverso all’Italia”. Intervista a Marco Biscione, Direttore di M9

Il Museo M9 – Museo del ’900 di Mestre ha appena un anno ma è già stato riconosciuto come uno dei migliori 12 Musei in Europa dai lettori del prestigioso quotidiano inglese “The Guardian”. Nell’articolo l’M9 è recensito con queste parole: “Mentre le folle affluiscono verso luoghi più famosi di Venezia, attraversa il ponte e dirigiti verso la terraferma al Museo M9 di Mestre per un approccio diverso all’Italia. Se tanti musei italiani si concentrano sul passato antico e medievale del paese, M9 ci porta sulle montagne russe che è stata l’Italia del XX secolo. È un’Italia sconosciuta a molti che offre una comprensione più ricca di ciò che la rende un paese così affascinante”. Un riconoscimento importante, che abbiamo condiviso conil direttore di M9 Marco Biscione.
  • Direttore, il “The Guardian” ha inserito l’M9 nella Top12 dei Musei Europei con una recensione che ribadisce l’unicità di questo Museo nel panorama italiano e internazionale. Come avete accolto questo importante riconoscimento? L’articolo del “The Guardian” ci ha sorpreso molto piacevolmente, è arrivato inaspettato, ma coglie in pieno gli obiettivi e la missione di M9. Un Museo unico in Italia e in Europa per le sue caratteristiche interattive e multimediali, capace di raccontare le trasformazioni dell’Italia e degli Italiani. Un racconto avvincente e coinvolgente capace di appassionare anche un pubblico straniero. Un Museo che rappresenta anche il simbolo della riqualificazione e del rilancio di Mestre e della terraferma, per questo sentir parlare di “Mestre” tra le pagine di un giornale prestigioso come il “The Guardian” ci ha fatto doppiamente piacere.

  • Il quotidiano inglese nella sua recensione, invita i turisti che arrivano a Venezia ad attraversare il ponte, per raggiungere la terraferma e visitare l’M9. In che modo il Museo che dirige può attrarre un pubblico straniero? Il Museo è totalmente bilingue e la sua unicità nel panorama europeo è in grado di fornire al turista che viene a Venezia, un notevole supplemento in termini di esperienza, raccontando un’Italia che non conosce e che non può trovare in una visita convenzionale. I musei che raccontano la storia nazionale possono attrarre un pubblico straniero, come dimostrano diverse realtà internazionali di successo. A maggior ragione la storia dell’Italia del XX Secolo dà la possibilità di conoscere un’Italia spesso sconosciuta all’estero, fornendo dettagli imprescindibili per la comprensione del nostro straordinario Paese.

  • Quali sono gli obiettivi di M9 per il 2020? Il nostro obiettivo e la nostra missione è continuare la crescita di questo Museo appena nato, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio. Il nostro Museo è in grado di parlare e appassionare target diversi, dalle famiglie agli studenti di ogni fascia d’età, dai turisti stranieri ai bambini. Lo scorso anno si era concluso con l’ingresso all’interno della short list del premio Emya – European Museum of the Year Award, l’elenco stilato da una giuria internazionale dal quale a Maggio sarà scelto il Miglior Museo Europeo. Una nomina prestigiosa che riconosce il Museo come una delle migliori progettualità culturali a livello mondiale, in lizza per un premio mai vinto prima da un Museo Italiano. Quest’anno comincia con il prestigioso riconoscimento del Guardian, gratificazioni che non sono punti d’arrivo ma punti di partenza, per affrontare al meglio le sfide alle quali stiamo lavorando con grande passione e dedizione.
Intervista al Direttore del Museo M9, Marco Biscione
Condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: