Economia +

Tasse. Rinvii di Regione Veneto e Comune di Venezia alle prossime scadenze

Tasse. Rinvii di Regione Veneto e Comune di Venezia alle prossime scadenze

Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, canone per l’installazione di mezzi pubblicitari, bollo auto.
Sono solo alcuni dei tributi che diversi cittadini avrebbero dovuto pagare a breve termine. Per queste 3 tasse Comune di Venezia e Regione Veneto, in considerazione del momento di difficoltà legato all’emergenza-coronavirus, hanno però di rinviare le scadenze.

Cosap, Cimp e plateatici

L’ultima decisione in ordine di tempo è quella della Giunta comunale, riunitasi in videoconferenza nella mattinata di lunedì 20 dicembre.
Come annunciato nei giorni precedenti dall’assessore al Bilancio, Michele Zuin, è stata approvata la delibera che ha spostato al 31 maggio 2021 i versamenti di Cosap e Cimp dovuti in un’unica soluzione. In caso di rateizzazione, il 31 maggio sarà la data della prima rata, mentre le seguenti sono ora fissate per il 30 giugno, il 31 luglio e il 31 agosto, sempre del prossimo anno. La scadenze di versamento delle due imposte erano state già rinviate, lo scorso agosto, con la fissazione delle nuove date a partire dal 31 dicembre. E questo sia per la soluzione unica, che per quelle rateali, i cui successivi pagamenti avrebbero dovuto essere effettuati entro il 31 gennaio, il 28 febbraio e il 31 marzo.

«Il sindaco  mi ha dato preciso mandato di fare tutto il possibile per aiutare ad affrontare gli effetti del Covid-19, soprattutto sull’economia della Città. Grazie ai buoni risultati ottenuti sulla liquidità del Comune di Venezia – ha spiegato Zuin – con gli sforzi fatti in questi anni per rimettere in ordine i conti, riusciamo a sostenere l’obiettivo di venire incontro alle esigenze dei nostri cittadini e delle attività economiche, così duramente colpite da questa terribile pandemia». Come ha sottolineato l’assessore al Commercio, Sebastiano Costalonga, il Comune ha inoltre approvato un ulteriore atto con cui potrà essere concessa l’estensione dell’utilizzo dei plateatici, ad oggi riconosciuti nella maggiorazione del 50%, protraendone la scadenza fino alla fine dell’emergenza in corso.

Tassa automobilistica

Il Consiglio regionale, con l’approvazione della legge di stabilità 2021, ha intanto votato favorevolmente la norma sul rinvio del versamento della tassa automobilistica.
Tutti i versamenti del tributo ricadenti tra il 1° gennaio e il 30 maggio 2021 potranno così essere effettuati entro il 30 giugno. E questo senza incorrere in sanzioni o applicazione di interessi.
«È una risposta importante- sottolinea l’assessore regionale al Bilancio, Francesco Calzavara – per tutte le famiglie che stanno affrontando delle difficoltà economiche legate alla crisi pandemica».

Per ricevere direttamente, tramite e-mail, gli avvisi di scadenza del proprio bollo auto è sufficiente registrarsi sul portale www.infobollo.regione.veneto.it.
Inserendo i propri dati, oltre a poter usufruire del servizio sarà inoltre possibile avere contatti rapidi ed efficaci con l’Amministrazione regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  tasse