Economia +

Scuola: le regioni aprono alle domande del bonus libri

Scuola: le regioni aprono alle domande del bonus libri

Anche per l’anno scolastico 2021/22 le famiglie a basso reddito potranno usufruire di un contributo erogato dalle regioni per l’acquisto di libri e altro materiale scolastico.
In Veneto è stato approvato il bando per il cosiddetto “Buono-libri e contenuti didattici alternativi”, in base al quale le domande relative andranno presentate dal 16 settembre alle 12 del 22 ottobre 2021.
La data stabilita dalla regione Lazio per richiedere il bonus libri è invece quella del 15 ottobre mentre in Emilia Romagna si potrà fare a partire dal 6 settembre attraverso il sito https://scuola.er-go.it/login.
La Puglia, invece, ha già chiuso i termini per presentare domanda il 20 luglio e attualmente è in corso la fase istruttoria per l’assegnazione del beneficio.

scuola estate

Come presentare la domanda in Veneto

La domanda può essere presentata, utilizzando Spid, Carta d’identità elettronica o Carta nazionale dei servizi, dalle famiglie di tutti gli studenti che frequenteranno scuole scolastiche secondarie, di primo o secondo grado, siano esse statali, paritarie (sia private, che gestite dagli enti locali) o incluse nell’Albo regionale delle scuole non paritarie.
Inoltre, rientrano nella platea dei beneficiari anche gli studenti delle scuole formative accreditate dalla Regione che erogano percorsi triennali o i percorsi quadriennali di istruzione professionale, compresi i percorsi del sistema duale attivati in attuazione dell’accordo raggiunto in sede di Conferenza Stato-Regioni.

I tetti di reddito del bonus libri veneto

Sono previsti due tetti di reddito Isee 2021.
La prima fascia va da 0 a 10.632,94 euro. La seconda da 10.632,95 fino a 18 mila euro.
L’importo effettivo del contributo sarà quindi determinato sulla base dei parametri stabiliti, in rapporto al numero delle domande validamente presentare e proporzionalmente allo stanziamento disponibile.
Le spese ammesse a usufruire del contributo possono essere, in alternativa, già state sostenute dal richiedente il beneficio, anche non in forma individuale, oppure legate solo all’impegno di acquisto derivante dalla prenotazione dei libri.
I giustificativi della spesa dovranno essere conservati per 5 anni dal pagamento del beneficio.

libri

Il bonus del Lazio

Il contributo per l’acquisto dei libri scolastici della regione Lazio prevede uno stanziamento di 9 milioni e mezzo di euro. Il bonus può esser richiesto dalle famiglie di alunni della scuola secondaria residenti nel territorio regionale con Isee inferiore ai 15.493,71 €.  Le domande potranno essere presentate dal 15 ottobre (quindi, come in Veneto, il bonus andrà a supporto anche di spese già sostenute ma a fronte dei relativi giustificativi) e i voucher saranno distribuiti dai vari comuni.

Il sostegno dell’Emilia Romagna

Anche l’Emilia Romagna destina il contributo alle famiglie degli alunni della scuola secondaria (primo o secondo grado) residenti nel territorio.
A partire dal 6 settembre, accedendo all’apposito sito, potranno farne richiesta coloro che rientrano in due fasce di reddito Isee stabilite nell’ordine di 10632,94 € e di 15748,78 €.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  bonus, scuola