Ambiente +

Sardegna: l'invasione delle cavallette

Sardegna: l'invasione delle cavallette

L’allarme di Coldiretti: raccolti distrutti in circa 25 mila ettari di terreni coltivati

Il lavoro e gli investimenti di mesi in fumo in poche ore, quasi come fosse passato un incendio.
Basta questa descrizione di Coldiretti per capire il drammatico impatto sull’agricoltura della Sardegna centrale derivante dall’invasione di milioni di cavallette che sta devastando i raccolti di circa 25 mila ettari di campi coltivati, in particolare nella provincia di Nuoro.
L’invasione, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe partita dalla piana di Ottana, in Barbagia, estendendosi poi alle vicine campagne di Noragugume, Bolotana, Illorai, Olzai, Teti, Sarule e Sedilo.

L’invasione delle cavallette

Le locuste, come sottolinea l’associazione dei coltivatori, non invadono solo i terreni adibiti a coltura, ma anche orti e giardini, provocando una vera e propria catastrofe biologica.

cavallette
Grasshopper eating and destroying leaves. Soft green background with copy space.

A essere messe in ginocchio, inoltre, non sono solo le aziende che si occupano della coltivazione, ma anche gli allevamenti, che vedono esaurirsi rapidamente le disponibilità di foraggio per nutrire gli animali, essendo così costretti a sostenere ulteriori spese per acquistare i mangimi.

Troppo caldo, in pericolo le coltivazioni

La situazione, legata alle condizioni particolarmente miti della stagione invernale, caratterizzata anche da scarse precipitazioni, che hanno agevolato lo sviluppo anomalo delle cavallette, potrebbe purtroppo ulteriormente peggiorare.
Il caldo, infatti, agevolerà la schiusa delle uova delle locuste, per fronteggiare le quali è possibile mettere in campo soluzioni naturali, come l’immissione nell’ambiente di uccelli che si nutrono di locuste, insetti che mangiano le loro uova o funghi che attaccano le larve, ma anche lavorare superficialmente i terreni, distruggendo così buona parte delle uova deposte.

La task force contro le cavallette

Si sta inoltre perfezionando un’apposita app per la segnalazione della presenza delle cavallette nei campi, mentre la Regione sta mettendo in campo, in collaborazione con la Provincia di Nuoro, una task force dedicata. Anche perché quello delle cavallette in Sardegna non è un fenomeno nuovo.
Basti pensare che la Giunta isolana ha stanziato 2 milioni di euro per indennizzare, sulla base della perdita di reddito dovuta alla diminuzione della produzione, le aziende agricole che furono danneggiate nel 2021 da un’analoga invasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  agricoltura