fbpx

Nuova residenza e più verde tra Favaro e il bypass di Campalto

La scheda della variante tra Taliercio, Favaro e Campalto
Nella foto in alto: La scheda della variante tra Taliercio, Favaro e Campalto

Case, aree verdi, impianti sportivi, una viabilità più scorrevole. La realizzazione del bypass che sgraverà dal traffico il centro di Campalto offre l’occasione per ripensare e riorganizzare l’area. Che, attirando nuova residenzialità, offrirà nel contempo ai cittadini collegamenti migliori e nuove opportunità di vivere il proprio territorio.

La variante al piano degli interventi

È questa la parte più consistente della variante al piano degli interventi numero 49, cui la Giunta comunale ha dato il via libera la scorsa settimana.
Ci vorranno due mesi, dopo la pubblicazione, per arrivare all’approvazione in Consiglio. Con il passaggio della delibera in Giunta, però, si è intanto dato formalmente il via al processo di riprogettazione urbana in termini partecipati con la cittadinanza.
“La nuova produzione edilizia – spiega l’assessore comunale all’Urbanistica, Massimiliano De Martin – presuppone la realizzazione di residenze in classe energetica “A”. E questo contribuirà al processo di sostituzione dell’edilizia residenziale energeticamente non più sostenibile, oltre al conseguente riposizionamento del livello qualitativo edilizio”.

L’intervento a Campalto

Anas ha assicurato al Comune che il bypass di Campalto sarà pronto entro febbraio 2020.
La nuova bretella sarà realizzata su terreni già compresi in lottizzazioni vigenti, impedendo di fatto ai proprietari di costruire. Da qui la decisione di fare un provvedimento unico, all’interno di un disegno organico, per rimodulare le varie aree interessate.

L’idea di fondo è quella di consentire la costruzione di nuove case all’interno di un “percorso verde”, che include un nuovo campo da calcio, aree verdi e aree gioco attrezzate per i bambini. In tal modo, si contribuirà al rilancio della residenzialità, trasformando un’infrastruttura che spacca il territorio in un’opportunità di rendere lo stesso più appetibile.

La nuova viabilità

L’occasione di riorganizzare la zona dal punto di vista urbanistico non si è fermata però qui. Spostandosi a nord, in corrispondenza di un ulteriore spazio destinato a nuove case, si è ripensata anche la viabilità. Dal parcheggio di via Porto di Cavergnago si farà così partire una strada che consentirà di raggiungere il bypass in soli due minuti, passando alle spalle dei campi da tennis. I flussi verranno così sgravati e anche via Carlo Martello sarà interessata da una riqualificazione. Nel contempo, gli uffici dell’Urbanistica del Comune stanno lavorando con Anas per avere anche un bypass per le biciclette su via Gobbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter