Persone +

PROFESSIONE: SEXY BLOGGER

PROFESSIONE: SEXY BLOGGER


Impiegata di giorno e scrittrice di sera. La padovana Lisa Rosso è salita alla ribalta grazie ad un blog piccante che ora è diventato anche un libro
Amore, uomini, sesso, shopping: tutti i segreti delle donne svelati in un blog http://blog.libero.it/bigbabol, tra i più cliccati del portale libero racconta sogni, desideri al femminile, ma anche stili e costumi di vita di una generazione, quella dei trentenni di oggi e non solo. A crearlo nel 2006, traendo spunto dalle lunghe chiacchierate insieme alle amiche, Lisa Rosso di Curtarolo in provincia di Padova. Un blog esplosivo: appena nato ha superato i 4mila contatti giornalieri ed oggi, visto il successo ottenuto, è diventato un libro. “Single, ma non sola” Enjoyedizioni, centosessantatre pagine di disquisizioni e prodezze di un gruppo di giovani donne tratte proprio dal blog. Frizzanti e piccanti conversazioni in cui con ironia, spudoratezza ed un pizzico di malizia si affronta di tutto di più, senza tabù: dal tormentone delle “misure” maschili e alla correlata “prova dell’attaccapanni”, alle depilazioni, alle “single e fidanzate spacca balle”, fino alla mitica moda dell’uomo usa e getta da “prendere all’occorrenza”.
È il magico e proibito mondo svelato dalla bella padovana. Bionda, gambe affusolate, seno prorompente, fisico da “velina”, Lisa sa come godersi la vita. Trent’anni, di professione impiegata, nel tempo libero si dedica al suo blog e alla sua passione per la scrittura e nei weekend la parola d’ordine è “divertimento”. Sempre in giro con le amiche, sistematicamente invitata nei parti vip più esclusivi del Bel Paese, da Milano a Firenze, da Cortina a Milano Marittima. E qualche tempo fa, ha pure messo il naso nel mondo dello spettacolo: prima di aprire il blog è stata finalista della trasmissione “Veline” di Teo Mammuccari. Soltanto una parentesi: l’obiettivo era quello di vincere la selezione, l’alternativa dei casting per emergere costava troppa fatica per Lisa, fanciulla avvenente, ma un po’ pigra.
Ci racconti com’ è nata l’idea di questo blog? «In realtà per caso. All’epoca, nel 2006, avevo 24 anni e stavo attraversando un periodo difficile nel lavoro, così decisi di sfogarmi scrivendo, cosa che mi piace moltissimo, e dando vita al blog Bigbabol».

Ma quanto ti impegnava?
«Almeno 20 minuti al giorno. Scrivevo e pubblicavo con puntualità».
Ed oggi? «Continuo a curarlo, perché il blog mi diverte, ma con minore assiduità rispetto ai primi anni, circa una volta a settimana. È difficile starci dietro, devo gestire anche il lavoro e poi ultimamente ho realizzato il libro “Single, ma non sola” che sto promuovendo con vari eventi».
Che ritratto farebbe dei trentenni di oggi? «È una generazione che tende a vivere di relazioni “mordi e fuggi”. Insomma rapporti veloci, in cui un po’ tutto perde significato. Non c’è più romanticismo e si tende ad avere un atteggiamento di distacco rispetto a progetti come il matrimonio, come se fosse un’entità indefinita e lontana».
Dicono che sia l’effetto della crisi, delle difficoltà economico-lavorative che inducono a procrastinare… «Non credo proprio, penso semplicemente che stiamo diventando particolarmente egoisti. Facciamo sempre più fatica a trovare la persona “giusta”. Le relazioni sono tendenzialmente brevi, perché siamo troppo impegnati a vivere le nostre esperienze, senza accorgerci che il tempo passa, la vita scorre e che le cose che prima abbiamo rimandato diventano sempre più difficili se non impossibili da realizzare. Basti pensare ai figli, è inutile cercare di illudersi con le teorie sul miglioramento delle condizioni di vita, noi donne soprattutto, dobbiamo fare i conti con l’orologio biologico, che anzi rispetto ad un tempo, tra stress e inquinamento, è forse più severo e rigido».
Torniamo al tuo blog. Non appena hai parlato della moda dell’amico di letto il tuo blog ha registrato una marea di contatti. A cosa ti riferivi? «L’amico di letto è quello che vedi senza alcuna implicazione quali casa, genitori, amici. È una moda dilagante con il “rischio” però che uno dei due s’innamori…».

DI CATERINA COLUCCI
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  blogger