Economia +

Fondo per i genitori separati: via libera dalla commissione Finanza e Lavoro

Fondo per i genitori separati: via libera dalla commissione Finanza e Lavoro

La Commissione Finanza e Lavoro del Senato ha dato il via libera al fondo per i genitori separati, che sarà inserito nel decreto fiscale.
Il provvedimento è calendarizzato per oggi in Aula e dovrà poi passare alla Camera per la seconda lettura e il via libera definitivo.
L’emendamento prevede l’istituzione di un fondo per genitori separati che, rimasti senza un lavoro a causa della pandemia e trovandosi impossibilitati per questo a pagare l’assegno di mantenimento ai figli, potranno ricevere un aiuto economico fino a 800 euro al mese.

 

divorzio, separazione
divorzio, separazione

 

“Un’emergenza sociale che la pandemia ha reso sempre più impellente”

La misura era già stata prevista dal decreto sostegni bis, ma poi non aveva trovato seguito per la mancanza dei decreti attuativi.
La pandemia ha d’altra parte avuto ripercussioni troppo gravi sul mercato del lavoro per non tornare su questo emendamento che tende una mano a molti padri separati che spesso, oltre a una già difficile situazione precaria, si sono ritrovati a vivere una situazione di emergenza sociale.
Per i genitori separati, così, se non ha provveduto il decreto sostegni, provvederà ora il decreto fiscale all’attribuzione di un assegno per supportare chi, a causa della pandemia, ha cessato o ridotto l’attività lavorativa se non addirittura perso tutto.
Il fondo previsto per permettere ai padri separati di garantire una parte o l’intero importo del mantenimento dovuto al coniuge è di 10 milioni di euro.

“Una piaga di cui poco ancora si parla”

“E’ una misura che va nel verso giusto, anche se c’è ancora molto da fare – commenta Ubaldo Valentini, presidente dell’associazione Genitori separati per la tutela dei minori-.  In Italia c’è bisogno di una vera e propria riforma della disciplina delle separazioni. Troppo spesso assistiamo a decisioni impari da parte dei giudici che pendono verso uno solo di essi. Un plauso va invece -prosegue – all’assegno unico che divide equamente tra madri e padri il bonus cui hanno diritto i genitori, nel pieno rispetto del principio della bigenitorialità”.
Quanto al fondo per i genitori separati “è un piccolo iniziale aiuto nei confronti anche di tutti quei padri che spesso non reggono le pressioni e si suicidano, una piaga questa di cui poco ancora si parla ma che rappresenta un vero problema.”

Le separazioni in Italia

Complice il lockdown, secondo l’Associazione nazionale divorzisti, nel 2020 le richieste di separazione sono cresciute del 60% . La convivenza forzata imposta dal lockdown e la privazione di momenti di libertà e di svago o sport all’esterno non hanno di certo aiutato.

divorzi 2020 pandemia
divorzi 2020 pandemia

A questo, si è aggiunto anche il blocco dei tribunali, che ha lasciato circa diecimila coppie in attesa di un giudizio costringendole quindi a vivere sotto lo stesso tetto.
Un dato significativo, ma che rimane costante nelle statistiche che riguardano le separazioni in periodo covid, è la differenza tra il Nord e il Sud Italia. Le separazioni raddoppiano al Nord rispetto al sud: 450 separazioni ogni mille coppie al Nord e  200 al Sud secondo i dati Ami.

Valentina Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.