fbpx

Polo nautico San Giuliano: ok al riordino

Proiezione virtuale degli spazi acquei riordinati a San Giuliano
Nella foto in alto: Rendering del nuovo Polo nautico di San Giuliano

Il Polo nautico di Punta San Giuliano, comprese le sue opere complementari, sarà finalmente riordinato.
Si tratta di un tassello fondamentale nella risistemazione del Parco, “porta” d’accesso tra la Venezia d’acqua e di terraferma.
Con l’approvazione da parte della Giunta comunale, si passa alla fase di progetto definitivo.
“Ci auguriamo di vederlo entrare in funzione in tempi rapidissimi: stiamo sbloccando la città”, ha commentato il sindaco, Luigi Brugnaro.

Veduta aerea di San Giuliano con inserimento virtuale dei nuovi interventi

Il progetto del Polo Nautico

Gli interventi sono stati condivisi con le varie associazioni sportive nautiche e remiere.
La finalità è quella di trovare, attraverso il riordino, una soluzione definitiva che permetta di contemperare diverse esigenze.
Da un lato, si vuol far sì che la punta estrema del Parco conservi la presenza delle attività nautiche.
Dall’altro, si mira a fornire agli utenti del Parco un affaccio diretto sull’acqua, arrivando fino alla riva sud-orientale. A tal fine, è stata prevista e approvata una spesa di quasi 7,8 milioni. Le opere sono infatti molteplici.

Gli immobili

Per la parte immobiliare, la colonia elioterapica e l’edificio “Ex Dogana” saranno recuperati e valorizzati, nel rispetto del loro pregio architettonico e culturale.
Le tensostrutture e i capannoni, al momento uniche strutture di protezione e ricovero per le barche, saranno invece sostituiti da un nuovo corpo di fabbrica costituito da cinque elementi accorpati, sviluppati su due livelli.
La novità sarà il soppalco, con due palestre, una club house e nuovi spogliatoi. Previsto anche un locale di bar/ristoro sul versante sud.

Rendering del nuovo Polo nautico di San Giuliano

 

Gli spazi esterni del Polo Nautico

Il progetto prevede anche un completo riordino degli spazi esterni per lo stazionamento delle imbarcazioni. L’area attualmente occupata sul versante Nord-Est sarà contratta, per liberare l’affaccio del Parco sul Seno della Sepa. Le pavimentazioni esistenti saranno parzialmente riutilizzate nella realizzazione degli oltre 360 posti barca all’aperto. Per gli spazi a terra, dai percorsi di movimentazione delle imbarcazioni ai nuovi parcheggi, saranno invece impiegati materiali naturali ad elevata permeabilità.

Rendering con le nuove strutture delle aziende operative nell’area di San Giuliano

Il piano complessivo

Il riordino del Polo nautico rientra all’interno del piano complessivo, da oltre 84 milioni, di interventi a San Giuliano.
Tra questi, la passerella ciclopedonale tra via Torino e Forte Marghera già in corso di realizzazione (costo: 1,5 milioni), la riqualificazione ambientale e delle rive e la sistemazione dei capannoni, che sarà finanziata dagli stessi trasportatori che li utilizzano.
Ma anche il rifacimento della pista di atletica di San Giuliano (oltre 850.000 euro, finanziati dal Coni), le strutture al servizio delle grandi manifestazioni (oltre 1,2 milioni) e il nuovo rifugio per animali (1,4 milioni).

2 commenti su “Polo nautico San Giuliano: ok al riordino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter