Arte e Cultura +

Piazza San Marco diventa un diorama

Piazza San Marco diventa un diorama

L’opera è stata realizzata da un brick builder sardo che ha voluto rendere omaggio a uno dei simboli della bellezza italiana

L’intera piazza San Marco, a Venezia, inserita nel 2007 tra le meraviglie del mondo, diventa uno spettacolare diorama in lego.
A realizzarlo è stato Maurizio Lampis, brick builder sardo che per otto mesi ha ricostruito mattoncino dopo mattoncino, usando tecniche diverse, ogni suo particolare ricreando un’ambientazione architettonica e scenografica suggestiva e fedelissima alla realtà.
Per farlo, ha dovuto realizzare e mettere insieme 170 mila pezzi con 400 diverse tipologie di codici Lego e 200 figure umane e animali che ravvivano il salotto di Venezia.
Lunga 2 m e 7 cm, la piazza in miniatura di Lampis ha una profondità di 105 cm e un campanile alto 140.
“Piazza San Marco rappresenta assolutamente il diorama più difficile in serie di realizzazione che abbia mai fatto in 15 anni di progetti Lego – ha raccontato il brick builder Lampis all’agenzia di stampa ANSA-. E’ stato molto complicato perché ho dovuto utilizzare diverse tecniche affinché potessi riprodurre fedelmente alcuni particolari come le cupole della Basilica di San Marco o i particolari delle Procuratie o ancora il campanile di San Marco. Dopo la Fontana di Trevi  dovevo dare continuità a un lavoro importante a carattere nazionale e ho deciso appunto di costruire di realizzare Venezia perché rappresenta uno dei simboli della bellezza italiana“.
La sua realizzazione si chiama “Venezia non è mai stata così civina…” e Lampis vorrebbe presentarla proprio in piazza San Marco, dove il diorama potrà essere confrontato a occhio nudo con la realtà che riproduce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  lego