Il parco di villa Querini: un’oasi verde e sicura nel centro di Mestre

Villa Querini a Mestre
Nella foto in alto: Villa Querini a Mestre

Un parco restituito alla città 

Bambini, famiglie e giovani possono da oggi vivere la splendida area verde di villa Querini in sicurezza.
Il centralissimo giardino della settecentesca villa all’incrocio tra via Verdi e via Circonvallazione è stato restituito alla città e ai cittadini in tutto il suo splendore.

Nuovi arredi e giochi per i più piccoli. Il tutto sorvegliato da telecamere di sicurezza. Ci sono cinque “occhi” attenti collegati alla centrale operativa della Polizia locale. Per garantire la tranquillità a chi lo frequenta, le pattuglie girano con frequenza all’interno del parco.

Polizia locale nel parco di Villa Querini

Nelle calde giornate estive sarà piacevole rilassarsi all’ombra dei grandi tigli, aceri e pioppi, seduti su una panchina, a leggere un libro. Oppure passeggiare tra i vialetti mentre i bimbi trascorrono qualche ora in allegria nell’area giochi. L’area verde è a disposizione dei cittadini. Un parco rigoglioso, luogo d’incontro per famiglie e giovani, di gioco e divertimento per i più piccoli, di relax per gli anziani.

Altalene e nuovi giochi nel parco di Villa Querini a Mestre

Per rivitalizzare ulteriormente il parco e creare luoghi di aggregazione sociale sarà presto pubblicato un bando per la gestione della “casetta” adiacente al corpo della villa che diventerà una caffetteria.

Un parco tutto nuovo

Le attività di manutenzione hanno dato nuova vita al parco. I lavori permettono ora di fruire del polmone verde cittadino in tutta la sua bellezza. Ci sono nuovi arredi, ulteriori panchine e  uno spazio giochi per i bambini con pavimentazione antitrauma.

I nuovi giochi per bambini nel parco di Villa Querini a Mestre

Sono stati ripristinati i sentieri interni al parco e le relative piazzole. I grandi alberi sono stati potati, è stato recuperato il giardino delle piante aromatiche e riparato l’impianto d’irrigazione. Per gli amici a quattro zampe c’è un’ampia area cani.

L’intervento di riqualificazione è costato oltre 200 mila euro, cofinanziati per il 50% con fondi PonMetro 2014 – 2020, il piano di finanziamento dell’Unione Europea riservato alle Città Metropolitane.

Dal mese di luglio, grazie agli stessi fondi, in altri parchi cittadini verranno posizionati nuovi giochi a misura di bambino: a Sacca Fisola (Venezia), Zelarino, piazzale Concordia (Marghera) per una spesa complessiva di 100 mila euro.

“Riappropriamoci degli spazi cittadini”

“L’obiettivo – spiega l’assessore alla Coesione sociale e Sviluppo economico del Comune di Venezia, Simone Venturini – è di riportare i cittadini a trascorrere del tempo nel parco. Devono riappropriarsi dei loro spazi. La riqualificazione di questo parco è  importante perché fa diventare quest’area un luogo sicuro da vivere. Le telecamere garantiscono un presidio del territorio evitando le brutte frequentazioni del parco, come accadeva in passato. E’ un lavoro costante di piccoli interventi che però nell’insieme disegnano una città nuova, che ha voglia di credere in se stessa e che rinasce. Mestre è una città frizzante che sta facendo il possibile per riscoprire i suoi tempi migliori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter