Nuovo mercato per Mestre: al via la demolizione del vecchio in Via Fapanni

le-ruspe-in-azione
Nella foto in alto: la demolizione del vecchio mercato di Mestre in via Fapanni

La nuova struttura coperta sarà operativa da fine ottobre.

Ruspe in azione che segnano una data storica. E’ entrato nel vivo il cantiere di riqualificazione del mercato fisso di Mestre con l’abbattimento dei vecchi fabbricati che ospitavano i commercianti. I lavori procedono a gran ritmo per realizzare la nuova struttura nei tempi previsti.

Ruspe in azione per demolire il vecchio mercato di via Fapanni a Mestre

L’intervento vede impegnati insieme il Comune di Venezia, Insula S.p.A., che progetta e realizza i lavori, e Veritas. L’importo destinato al nuovo mercato è di 2.900.000 euro, che arrivano dal Patto per lo Sviluppo della Città di Venezia, nella classe di rigenerazione urbana. Un intervento significativo per il centro di Mestre che porterà alla riqualificazione di una zona vitale della città.

I banchi del mercato provvisorio di Mestre

“E’ un segnale importante. Voglio evidenziare la concordia con cui tutti stanno lavorando – ha sottolineato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro –  e ringrazio i commercianti, i dipendenti comunali e i tecnici di Insula che stanno portando avanti il progetto anche di sabato e domenica. Un grazie anche a tutti gli ambulanti che hanno accettato di spostare il mercato, alle imprese, ai vigili urbani e ai cittadini per la pazienza che porteranno. Inevitabilmente si deve passare dalle parole ai fatti”.

Il mercato provvisorio

Tutti i banchi operativi del mercato fisso, senza aver interrotto le loro attività, hanno trovato posto nel mercato provvisorio allestito in piazzetta Coin, via fratelli Rondina e nella parte pedonale di via Poerio. In questo spazio ci sono ora dei gazebi disposti in più file, divise secondo la tipologia merceologica. Per evitare furti e vandalismi, il Comune garantisce una sorveglianza delle strutture 24 ore su 24. Quando il mercato coperto sarà pronto, i commercianti riprenderanno il lavoro nel posto originario con moderni banchi ed attrezzature.

Il mercato fisso provvisorio a Mestre
L’isola ecologica Veritas provvisoria

Sono inoltre iniziati i lavori per la realizzazione del “centro di conferimento” gestito da Veritas. La nuova isola ecologica provvisoria è ora collocata tra piazza XXVII Ottobre e via Sarpi, in uno spazio schermato con diverse decorazioni. La zona di conferimento sarà ampliata realizzando una piazzola provvisoria in continuità con quella esistente.

Il mercato coperto

Da fine ottobre Mestre avrà il nuovo mercato coperto. Si tratta di una struttura originale di 2000 metri quadrati, tutta in legno lamellare, con tetto a falde progettato per fare entrare la luce. E’ previsto che i banchi mantengano la configurazione che avevano precedentemente mentre al centro del nuovo e funzionale spazio troveranno posto un’ aiuola sopraelevata e due fontanelle.

Rendering dell’ingresso principale del nuovo mercato coperto di Mestre

Verranno unificati in blocchi continui e saranno anch’essi in legno lamellare con pannelli colorati; una copertura unitaria proteggerà dalle intemperie ma anche dalle intrusioni e servirà da supporto per le saracinesche e gli impianti. Per accedere al mercato coperto saranno mantenuti gli accessi da piazzetta Coin e via Fapanni ma l’area verrà ridotta di circa 100 metri quadri per rispettare le distanze minime regolamentari dal Marzenego.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter