Economia +

Arriva dicembre: tempo di Natale e… di tredicesima

Arriva dicembre: tempo di Natale e… di tredicesima

Dici Natale e, molte volte prima che alla festività religiosa, il pensiero corre subito ai regali da mettere sotto l’albero. Una tradizione che il Covid è riuscito solo in parte a frenare.
E, nonostante la quarta ondata di pandemia, secondo le stime della Cgia di Mestre l’appuntamento con lo shopping natalizio quest’anno potrebbe tornare sui livelli del 2019, quando gli Italiani spesero circa 9 miliardi di euro per le loro strenne.
Soldi che, in molti casi, arrivano dalla tredicesima mensilità dello stipendio.
Un’altra “tradizione” dicembrina che quest’anno darà una boccata di respiro sul piano economico a circa 33,8 milioni di cittadini, portando nelle loro tasche 33,928 miliardi di euro. Cospicue risorse fresche che, al netto della quota che ne verrà utilizzata per pagare le tasse, le bollette e le rate dei mutui, potrebbero contribuire anche a rilanciare i consumi.

La tredicesima 2021: prima i pensionati

Già da oggi, giovedì 25 novembre, i primi aventi diritto alla mensilità aggiuntiva possono iniziare a ritirarla in contanti negli uffici postali insieme alla mensilità di dicembre.
Possono farlo quei pensionati, tra i 16,041 milioni che riceveranno la tredicesima, ai quali l’importo non viene accreditato direttamente sul conto corrente. Si parte con i cognomi che cominciano con “A” e “B” e si prosegue in ordine alfabetico, con un calendario giornaliero preciso, fino a quelli dalla “S” alla “Z”, mercoledì 1 dicembre. Nello stesso primo giorno del prossimo mese avverrà anche l’accredito in conto a tutti gli altri.

Erogazione anticipata anche di indennità di accompagnamento

Proprio le misure di contenimento del coronavirus, a partire dallo scorso anno, hanno spinto Inps e Poste Italiane a prevedere la possibilità di anticipare il pagamento, per consentire di scaglionare l’accesso agli sportelli, evitando pericolosi assembramenti.
Tra i trattamenti pensionistici Inps che possono usufruire dell’erogazione anticipata insieme alle pensioni rientrano anche gli assegni e le indennità di accompagnamento per gli invalidi civili.
L’importo della tredicesima sarà calcolato sulla base della pensione media mensile divisa per 12. Chi è andato in pensione dopo gennaio 2021, cioè, riceverà una somma ridotta.

Tredicesime 2021: 45,7 miliardi lordi, 11,8 di tasse

Oltre ai pensionati, la tredicesima spetta anche a 17,746 milioni di Italiani che svolgono un lavoro dipendente. Il totale dell’ammontare lordo della mensilità extra è stimato da Cgia in 45,731 miliardi di euro.
Di questi, 11,803 miliardi rimarranno nelle casse pubbliche come ritenute Irpef.
Nelle 4 macro-aree geografiche del Paese, il maggior numero di pensionati (oltre 5 milioni) risiedono al Sud, mentre è il Nord-Ovest ad avere più lavoratori dipendenti (quasi 5,4 milioni) e la quantità maggiore di persone (oltre 9,7 milioni) che riceveranno la tredicesima.

Il 18,1% dei percettori, pari a oltre 6,1 milioni, sono cittadini della Lombardia.
Seguono, distanziati, i residenti in Lazio (3,256 milioni) e in Veneto (poco meno di 3 milioni).
Le regioni più piccole e meno popolose, invece, hanno logicamente meno aventi diritto alla mensilità aggiuntiva. Sono appena 76 milioni (lo 0,2% del totale nazionale) quelli della Valle d’Aosta, seguita dal Molise (159 milioni) e dalla Basilicata (287 miliioni).

Gli Italiani e le spese natalizie

Le tredicesime dei lavoratori dipendenti arriveranno nelle settimane successive.
Le regole, per chi lavora nel settore privato, sono stabilite dai contratti collettivi nazionali.
Normalmente, comunque, il datore di lavoro eroga la mensilità extra prima del Natale.
Nel settore pubblico, la cifra rientra invece nel cedolino paga di dicembre, i cui versamenti sono abitualmente effettuati verso il giorno 20 del mese. Il budget aggiuntivo, insomma, dovrebbe essere per tutti disponibile in tempo utile per lo shopping. È quello che, nel commento dell’Ufficio studi Cgia ai dati, si auspicano i commercianti, che stanno beneficiando, in questi giorni, anche dell’opportunità del “black friday”.

Gli acquisti secondo Cgia

Proprio questa iniziativa, introdotta da pochi anni anche in Italia, sta portando a spalmare anche gli acquisti natalizi su un periodo più lungo. Tant’è che sono lontani i tempi, precedenti alla crisi del 2008, in cui le spese per i regali delle festività sfioravano i 20 miliardi di euro. Nelle previsioni degli artigiani mestrini, si dovrebbe invece confermare l’orientamento verso le categorie di beni tradizionalmente legati al Natale: alimentari, giocattoli, prodotti tecnologici (compresi gli abbonamenti alle piattaforme streaming), libri, abbigliamento e scarpe e articoli per la cura della persona. Molti regali, compresi i buoni acquisto, dovrebbero anche essere acquistati online. A rischio restano invece, per il timore di restrizioni, viaggi e biglietti per spettacoli e concerti.

Le tredicesime: alcuni chiarimenti

Proprio relativamente alle tredicesime, il sito laleggepertutti.it ha pubblicato online una serie di interessanti precisazioni. A partire dal fatto che, come pochi sanno, questa mensilità non è un bonus, ma fa parte a pieno titolo dello stipendio dei lavoratori, come retribuzione differita. Matura cioè tutti i mesi, ma viene erogata in un’unica soluzione annuale. La tredicesima, quindi, continua a maturare anche in caso di malattia e maternità, ma non nei casi di permessi e aspettative non retribuite, scioperi, assenze ingiustificate e durante il congedo parentale e per malattia del figlio.

Quanto ai periodi di cassa integrazione, la tredicesima non matura nei casi di Cig “a zero ore”, cioè con sospensione totale dell’attività lavorativa, ma solo nei casi di riduzione oraria. Comunque, un mese si considera lavorato per intero, dando diritto alla maturazione di un rateo di tredicesima, se risultano almeno 15 giornate lavorate o di assenza tutelata.

Alberto Minazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Tag:  Lavoro