Arte e Cultura +

Mostra del Cinema di Venezia: un Festival extra-ordinario

Mostra del Cinema di Venezia: un Festival extra-ordinario
La madrina del Festival Anna Foglietta e il direttore Alberto Barbera

Mancano poche ore all’apertura ufficiale della 77° edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia.
Il Lido è pronto, la madrina della Mostra, Anna Foglietta, è arrivata già ieri, alcuni altri vip, tra cui anche acclamate influencer, hanno già raggiunto l’Hotel Excelsior a bordo dei taxi che li hanno portati alla darsena più famosa di Venezia e altri sono attesi per la cerimonia di stasera.

Paola Turani influencer e modella
L’arrivo alla darsena dell’Excelsior della modella e influencer Paola Turani

Niente glamour: si punta sulla sicurezza

Tra le poche certezze di questa edizione, che sarà ricordata come assolutamente fuori dall’ordinario, c’è quella di una Mostra che rinuncia al suo aspetto più mondano e glamour facendo leva sulla sicurezza garantita da ferree regole anti Covid .
Niente gala inaugurale, quindi, niente red carpet, né sfilate delle star davanti al Palazzo del Cinema, folle di fotografi acclamanti e code per garantirsi un selfie o un autografo dei divi del grande schermo.
Ma la cerimonia di apertura che stasera (ore 19,00) si terrà in Sala Grande, sarà trasmessa in diretta nelle sale cinematografiche italiane.

I film la sostanza della Mostra

Sono oltre 60 i film della 77° edizione, di cui 18 in Concorso.  Fra i titoli, una buona partecipazione italiana (20) e veneta.
Italiani sono anche i film proiettati in apertura e chiusura del Festival: Lacci, diretto da Daniele Luchetti interpretato da Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi e Lasciami andare, di Stefano Mordini, interpretato da Stefano Accorsi, Valeria Golino, Maya Sansa e Serena Rossi.

Nuove regole, ma il fascino di sempre

Essendo una delle primissime manifestazioni  a livello internazionale organizzate dopo il lock-down provocato dalla pandemia di COVID-19, la mostra Veneziana farà da modello per le eventuali che si terranno nell’anno a seguire.
Vere protagoniste saranno infatti le ferree regole del distanziamento sociale e dell’uso delle mascherine nei siti adibiti alle proiezioni.
Numerose misure di sicurezza sono già state messe in atto per il pubblico che vorrà partecipare alla mostra.

Per accedere alle aree dedicate al Festival sarà richiesta la misurazione della temperatura corporea, che dovrà essere sotto ai 37,5 gradi, e l’utilizzo costante di mascherina e delle distanze di sicurezza per ogni persona nelle sale e nelle aree comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.