Società +

Monopattini elettrici: pronta la stretta

Monopattini elettrici: pronta la stretta
monopattino-mobilita-sostenibile

Sono uno dei mezzi preferiti dell’estate.
Ecologici, non comportano costi per spostarsi.
Leggeri e veloci quanto basta, consentono di raggiungere ogni meta bypassando code e traffico, evitando la ressa nei mezzi pubblici e godendo della  mobilità all’aria aperta senza grandi sforzi.
Ma i monopattini elettrici, osannati e promossi al momento della loro comparsa anche con i bonus, iniziano ora a rappresentare un problema.
Ecco così che, alla Commissione Trasporti, è stata presentata una proposta di legge che ne regolarizzi la circolazione.

Le nuove proposte

A partire dalla velocità e dalle strade in cui potrebbero legittimamente essere utilizzati.
Gli incidenti, a volte anche mortali, che ci sono stati negli ultimi mesi, hanno creato un allarme.
Sempre più veloci, i monopattini elettrici sfrecciano accanto alle auto spesso guidati da giovani e meno giovani privi di nozioni su segnaletica stradale, di casco e di strumenti che li rendano visibili al calar del sole.
La proposta di legge al vaglio pone quindi come punti fermi due novità: la limitazione della velocità e un la maggior età per poter guidare un monopattino elettrico.

La velocità

Con la nuova proposta, la mobilità dei monopattini elettrici sarebbe consentita “con un limite di velocità di 30 km” solo sulle strade urbane sulle piste ciclabili e sulle strade con una circolazione ridotta.
Nel resto dei casi, il limite di velocità sarebbe di 20 km orari, come previsto tra l’altro dalla sperimentazione in corso.

La maggior età e l’obbligo del casco

Attualmente chiunque può guidare un monopattino elettrico.
La proposta di legge al vaglio, invece, pone l’obbligo della maggior età come principio cardine.
Rende inoltre necessario l’uso del casco e del giubbotto catarifrangente per far sì che il mezzo e le persone che lo portano siano ben visibili.

La vera novità

La questione che maggiormente farà discutere sarà però forse quella che rappresenta la vera novità in tema di regolamentazione dell’uso dei monopattini elettrici: il divieto di utilizzarli di notte.
La proposta di legge, infatti, introduce all’art. 3 il “divieto di circolazione dopo il tramonto e durante tutto il periodo dell’oscurità”.
L’art. 5, invece, stabilisce che i monopattini non possano essere parcheggiati sui marciapiedi. Tra le sanzioni previste, anche la rimozione del mezzo.

Quella in discussione alla Camera è al momento solo una proposta di legge che, sia pur se  approvata, potrebbe risultare al termine diversa.

Consuelo Terrin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il campo nome è richiesto.
Il campo email è richiesto o non è corretto.
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.